Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli e sanzioni della Polizia, un rapinatore algerino nei guai a Brescia

giovedì, 13 agosto 2020

Brescia – Gli agenti della Squadra Mobile di Brescia hanno individuato un soggetto, 39enne algerino, resosi responsabile di rapina aggravata, avvenuta lo scorso sabato mattina in via Milano.

Le indagini sono iniziate a seguito di una segnalazione pervenuta tramite 112 NUE avente ad oggetto l’aggressione ai danni di una anziano 90enne che era stato derubato del portafogli.

Grazie alle telecamere della zona e ad ulteriori attività investigative, gli agenti sono riusciti a ricostruire ed evidenziare le azioni compiute dall’autore della rapina. L’anziano stava percorrendo a piedi via Milano e improvvisamente un uomo ha iniziato ad intavolare una discussione con lui facendo finta di chiedere informazioni. Improvvisamente, il ragazzo ha sferrato un calcio alla gamba dell’anziano signore, provando a farlo cadere e riuscendo a sottrargli il portafoglio per poi allontanarsi rapidamente con una bicicletta.

L’uomo, con precedenti specifici, è stato fermato in ragione dei gravi indizi di colpevolezza a suo carico. Inoltre, gli agenti della Squadra Mobile hanno accertato che il velocipede dell’algerino era, in realtà, appartenente alla società di bike-sharing “Brescia Mobilità” e che risultava essere stato rubato a maggio 2019.

Conseguentemente, l’uomo è stato altresì denunciato per il reato di ricettazione e la bici restituita al legittimo proprietario. All’esito dell’udienza dinanzi al GIP di Brescia, è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere.

CITTA’ SICURA

polizia bresciaContinuano i controlli straordinari del territorio disposti dal Questore della provincia di Brescia per il contrasto alla criminalità predatoria, al degrado urbano ed a tutte quelle forme di illegalità diffusa che, nella vita quotidiana, rischiano di diminuire il livello di sicurezza percepita della cittadinanza.

Il servizio effettuato nella serata di ieri ha previsto l’impiego di diversi equipaggi della Questura, tra cui personale della Divisione Amministrativa, dell’Ufficio Immigrazione, della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica congiuntamente a personale della Polizia Locale. Il servizio di ieri ha visto impegnato personale dell’Unità Cinofila di Milano e del loro cane poliziotto antidroga.

I controlli effettuati hanno interessato principalmente la Stazione Ferroviaria e il Quartiere Carmine portando all’identificazione di 19 persone; le verifiche a due esercizi pubblici, che al momento del controllo, vedevano la presenza all’interno dei loro locali di 10 persone con precedenti di polizia.

Gli agenti hanno elevato tre verbali per possesso di sostanza stupefacente e due soggetti sono stati denunciati in stato di libertà per violazione delle leggi sull’immigrazione. Inoltre sono state effettuate verifiche domiciliari di 8 persone sottoposte a misure restrittive e di prevenzione.

La Polizia di Stato, deputata alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, opera sul territorio della nostra città e della nostra provincia per assicurare elevati standard di vivibilità, confidando nella consueta collaborazione dei cittadini bresciani.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136