QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pattinaggio artistico: al Palaghiaccio di Pinzolo attesa per lo spettacolo del campione russo Alex Abt

giovedì, 25 giugno 2015

Pinzolo – È iniziato il 20 e si concluderà il 30 giugno con, in mezzo, lo show-spettacolo fissato per le 17 di domani pomeriggio venerdì 26 giugno al Palaghiaccio di Pinzolo, il camp estivo di pattinaggio artistico di figura tenuto dal campione russo Alex Abt.abt royal campiglio

Dopo anni trascorsi sotto i riflettori delle competizioni internazionali di alto livello, due volte medaglia europea, quinto ai Giochi olimpici invernali del 2002, campione russo nella stagione 2002/2003 e vincitore di 3 medaglie al Grand Prix, Alexander Abt ha deciso di condividere la sua esperienza e la sua tecnica con i più giovani atleti. Ritiratosi dall’agonismo nel 2008, prima ha lavorato come allenatore di diverse squadre a Boston, negli Stati Uniti, poi è tornato in Europa con l’iniziativa “Alex Abt Camp” attualmente prevista in soli due luoghi: Tartu, in Estonia, e Pinzolo.

Mentre prosegue intenso il programma giornaliero di allenamenti, che prevede una parte su ghiaccio e una a secco, si è svolto l’incontro ufficiale di conoscenza tra Alex Abt e i suoi collaboratori da una parte, il sindaco di Pinzolo Michele Cereghini e i titolari dell’Hotel Olympic Royal, dove alloggiano i partecipanti al camp, dall’altra. Reciproci gli appezzamenti e i ringraziamenti espressi, con una comune passione per i pattini condivisa tra Abt e Cereghini che, in passato, è stato giocatore di hockey, disputando anche alcune stagioni nella serie A nazionale.

Sette le nazionalità partecipanti al camp, con alcuni aspiranti campioni provenienti dalla lontana Estonia. “Il pattinaggio – spiega Alex Abt – è stato tutta la mia vita da quando ho compiuto 6 anni e ho indossato per la prima volta i pattini. Fino a quando ho gareggiato e ho partecipato ai vari show e tour, il mio lavoro è stato la mia vita, senza distinzione. Il pattinaggio figura è uno sport straordinario sia a livello competitivo che per divertirsi e ora, attraverso i camp, il mio obiettivo è quello di aiutare i giovani a imparare meglio e a diventare bravi, ma anche ad emozionarsi e a trovare le giuste motivazioni. Come in tutti gli altri sport, buoni risultati si raggiungono con impegno costante”. Come ti stai trovando a Pinzolo? “Questo luogo ha un ambiente davvero bello. Inoltre, il mio team di collaboratori e le persone che ho incontrato qui mi stanno dando un grande supporto. Insieme riusciamo a dare quella dimensione familiare che è molto importante per lo svolgimento del camp”.

Da non perdere, dunque, per gli appassionati del pattinaggio, l’esibizione al Palaghiaccio di Pinzolo con inizio alle 17.00 di domani pomeriggio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136