Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Verso le Comunali 2019, prima serata a Gardolo di Agire per il Trentino

sabato, 14 settembre 2019

Trento – Verso le Comunali 2020. Agire per il Trentino si prepara alle Comunali del 2020 a Trento e nei Comuni che saranno rinnovati e parte da Gardolo con 12 serate nelle Circoscrizioni.

Serata AGIRE - Gardolo 1Si è tenuta la prima delle serate organizzate da “AGIRE per il Trentino” nelle diverse circoscrizioni cittadine, a partire da Gardolo. Con questa iniziativa il movimento territoriale del centrodestra, fondato dal consigliere provinciale Claudio Cia, lancia la propria operazione ascolto sulla città di Trento, per presentarsi su tutto il territorio cittadino con particolare attenzione alle periferie, con incontri nei quali potersi confrontare con la cittadinanza, per conoscere meglio le problematiche esistenti e mettere le basi per un programma efficace e attuabile in vista delle elezioni comunali del prossimo anno.

A fare gli onori di casa nella sala Fabio Giacomoni di piazzale Groff è stato il consigliere circoscrizionale del movimento Camillo Pisetta, a fianco del coordinatore per il capoluogo e organizzatore dell’iniziativa Mauro Corazza, e del vice segretario Sandro Bordignon.

A portare avanti la serata è stato Mauro Corazza, che ha evidenziato la distanza tra il programma del centrosinistra al governo della città, laddove parlava di valorizzazione delle Circoscrizioni, e i risultati dell’ultimo rapporto sulle attività delle stesse. “Le delibere prodotte dai Consigli circoscrizionali – ha spiegato – sono progressivamente diminuite da 742 nel 2013 a 420 nel 2018, le adunanze degli stessi Consigli sono calate del 25% e anche le richieste di parere avanzate dall’Amministrazione comunale sono passate da 162 a 53. Dati che fanno riflettere molto sul ruolo delle Circoscrizioni”.

Corazza ha poi toccato diverse questioni, evidenziando come si tratti di temi che si ripetono da anni, senza aver ricevuto una risposta dall’amministrazione: la situazione di Via Palazzine insieme all’organizzazione viabilistica della zona industriale di Spini, con l’incrocio su via Bolzano e il sottopassaggio o l’interramento della Tento-Malé, oppure la questione della barriera rappresentata da Via Brennero-Via Bolzano, con i rispettivi problemi di inquinamento atmosferico e acustico a ridosso di un’area densamente abitata, o ancora la messa in sicurezza di via Soprasasso, oppure le tanto attese barriere antirumore lungo la ferrovia, pianificate da anni ma mai realizzate.

Presenti tra il pubblico anche la Presidente della Circoscrizione, Antonella Mosna, e diversi consiglieri circoscrizionali, tra i quali Pacifico Mottes, Fabio Armani e Ivan Tezzon, che nel corso della serata hanno interagito (“interAGIRE” è proprio il titolo dato al ciclo di incontri sul territorio) con i relatori, potendo dare il loro apporto e i loro aggiornamenti su alcuni temi di attualità, come l’organizzazione dei gruppi aderenti al progetto “Controllo del Vicinato” che a breve saranno operativi a Spini e Canova, o confrontandosi sulla prossima apertura del parco di Roncafort in via Caneppele.

Presente anche il Consigliere provinciale e segretario politico del movimento, Claudio Cia, che ha salutato e ringraziato i partecipanti, tenendo a evidenziare la propositività del lavoro di “AGIRE per il Trentino”, riconoscendo quanto già racchiuso nelle priorità di bilancio recentemente indicate dai singoli Consigli circoscrizionali, che evidenziano numerose richieste avanzate da molti anni all’Amministrazione Comunale e rimaste insoddisfatte.

La prossima serata organizzata è prevista mercoledì 18 settembre a Piedicastello, nella sala circoscrizionale di via Verruca, con i due consiglieri appartenenti al movimento, Monica Mosna e Alfonso Larentis.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136