Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


L’Unione Alta Valle Camonica punta sui test sierologici per i cittadini

lunedì, 11 maggio 2020

Ponte di Legno – Test sierologici sui residenti dell’Alta Valle Camonica. I Comuni dell’Unione dell’Alta Valle, Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio, Incudine e Monno, insieme ad altri che si sono associati da alcune settimane, stanno lavorando al fine di effettuate dei test sierologici su base volontaria per i propri cittadini.

Questa esigenza – spiegano all’Unione dei Comuni dell’Alta Valle – nasce per dare risposte alle sempre più insistenti richieste di chi vuole conoscere lo stato di contagio in cui versa“. L’intenzione – proseguono – “è svolgere un’indagine epidemiologica in collaborazione con strutture del settore sanitario privato a completare le iniziative istituzionali non in grado di farlo nei tempi e con numeri sufficienti a rispondere alle numerose e urgenti richieste“.

Coronavirus - medico - mascherinaDopo aver appreso che la Regione Lombardia avrebbe assunto in tempi brevissimi decisioni sul tema, l’Unione dei Comuni ha deciso di sospendere il progetto in attesa di una regolamentazione in tempi ragionevoli, stante l’urgenza. A distanza di oltre una settimana nulla è stato determinato dagli enti sovraordinati sul tema, ma l’intenzione da parte dei cinque Comuni dell’Alta Valle di effettuare i test sierologici permane.

Non appena saranno determinate indicazioni precise da parte della Regione – concludono i sindaci dell’Alta Valle  Camonica – si procederà senza indugio nell’iniziativa”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136