Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Stangata di inizio anno su parte della rete autostradale lombarda

mercoledì, 1 gennaio 2020

Brescia – Stangata di inizio anno su una parte della rete autostradale lombarda.

“La sterilizzazione delle tariffe autostradali, annunciata dal Governo, non riguarda una fetta di rete autostradale lombarda. La Pedemontana Lombarda del 0,80% ed Autovie Venete ex Centro Padane (Brescia Cremona Piacenza) del 4,88%. Brebemi che pratica già tariffe doppie rispetto a quelle medie della rete autostradale diventa la più cara d’Italia nel 2017 aveva aumentato del 7,88%, nel 2018 del 4,69% e lo scorso anno del 4,19%. Sono tutti aumenti ingiustificati che dimostrano la crisi in cui versano le nuove tratte Brebemi e Pedemontana con un traffico insignificante per ripagare i debiti contratti mentre l’aumento di Autovie Padane è il regalo di Natale del Governo al nuovo gestore della tratta che recentemente ha rilevato la Centro Padane”, commenta Dario Balotta, presidente Onlit (Osservatorio Nazionale Liberalizzazioni Infrastrutture e Trasporti).

I primi ad avvertire i rincari saranno i vacanzieri che da oggi faranno rientro: si prevede traffico nel pomeriggio sulla Brebemi, l’autostrada del Sole, ma anche l’Autobrennero e la Milano-Venezia.

di Chiara Panzeri



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136