Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Vetta Sacra della Patria: singolare cerimonia sull'Adamello

Edolo - Significativa cerimonia organizzata dall'Associazione "Impronta Camuna", presieduta da Roberto Bontempi, in occasione della sostituzione della targa incisa con una nuova in bronzo, di eguali dimensioni e con l'epigrafe in bassorilievo (i momenti della cerimonia © photo Dario Bonzi).



La cerimonia, in forma ristretta per la pandemia, ha visto la presenza di Roberto Bontempi, Guido Galperti, vicepresidente della Provincia di Brescia, Massimo Maugeri, assessore della Comunità Montana di Valle Camonica, Santo Chichi, Generale degli Alpini e si è tenuta nella chiesetta della Madonna dell'Adamello a pochi passi dal rifugio Garibaldi.


E' stato così ricordato il terzo anniversario della Consacrazione dell'Adamello a "Vetta Sacra alla Patria".


Il presidente di Impronta Camuna Roberto Bontempi ha sottolineato il significato di quell'evento: sulla cima dell'Adamello il 7 luglio 2018 fu posta una targa commemorativa.


L'evento fu promosso e organizzato dall'Associazione Impronta Camuna per ricordare la Grande Guerra e il sacrificio di tanti giovani che hanno sofferto e dato la loro vita per la propria patria e per un mondo di pace.


L'Associazione Impronta Camuna desiderava così "non dimenticare quella tragedia, anche perché allora fu gettato un seme che, sia pur lentamente, ha continuato a crescere e a germogliare. E' il seme che, tanti anni dopo, ha dato vita alla grande idea: il sogno di un'Europa unita.


Infatti, i ragazzi che hanno combattuto sui ghiacciai, nel profondo del loro cuore desideravano ardentemente che i popoli non fossero divisi e nemici, ma uniti e insieme vivere e progredire".


Ieri - 7 luglio 2021 - è stato un giorno speciale, perché l'Associazione Impronta Camuna ha organizzato una cerimonia in occasione della sostituzione della targa incisa con una nuova in bronzo, di eguali dimensioni e con l'epigrafe in bassorilievo. Su di essa sono stati applicati dei loghi, tra i quali quello dello Stato Maggiore della Difesa e quello della Provincia di Brescia. Sul masso, a cui è fissata la targa, è stato adagiato il Tricolore e posato un omaggio floreale e al termine è stata recitata la preghiera dell'Alpino. Impronta Camuna ha ringraziato Enel Green Power Spa per aver contribuito alla realizzazione dell'iniziativa.

Ultimo aggiornamento: 08/07/2021 18:00:10
POTREBBE INTERESSARTI
Bormio (Sondrio) - E' tornata la neve al Passo dello Stelvio, l'abbassamento della temperatura, dopo il primo caldo...
Trissino (Vicenza) - Il nuovo Campione Italiano Under 23 di ciclismo su strada è Edoardo Zamperini, che taglia il...
L’atleta delle Fiamme Azzurre e della Polisportiva Disabili Valcamonica ​​​​​​​si avvicina a Parigi
Vicesindaco Elena Bonavetti, assessore Loris Bonavetti
ULTIME NOTIZIE
Sconfitto Hurkacz in finale e primo titolo su erba
Insieme a Debora Fancoli il driver tiranese sbaraglia la concorrenza