Ad
a
Ad
Ad


Giro d’Italia: le strade chiuse in Valle Camonica e Valtellina

lunedì, 23 maggio 2022

Edolo – Tutto è pronto per la tappa del Giro d’Italia, Salò-Aprica, con passaggio sul lago di Garda, in Valsabbia, Valle Camonica e Valtellina della carovana rosa. Dopo la giornata di riposo di oggi il Giro d’Italia ripartirà domani (24 maggio) da Salò (Brescia) con arrivo ad Aprica (Sondrio), 202 km, con oltre 5mila metri di dislivello. Dopo la partenza la salita in Valsabbia fino alla prima asperità del Goletto di Cadino con una salita di circa 30 chilometri che porta a quasi 2.000 metri. Poi la discesa in Valle Camonica con risalita fino a Edolo, quindi la scalata del Mortirolo dal versante di Monno e discesa su Grosio.  Dopo un tratto pianeggiante la salita di Teglio poi ancora discesa veloce su Tresenda per affrontare la salita finale del valico di Santa Cristina e l’arrivo in Aprica.

Le strade chiuse – L’accesso ad Aprica sarà sospeso nei seguenti orari: statale 39 da Tresenda ad Aprica chiusa in entranbi i sensi dalle 14:40 al passaggio dell’ultimo concorrente (circa alle 16); statale 42 da Breno a Edolo dalle 11 al passaggio dell’ultimo concorrente (attorno alle 14:50) e statale 39 da Corteno ad Aprica chiusa in entrambi i sensi nell’ultimo chilometro dalle 15:10 a termine corsa.

Percorso / Strade Chiuse – Cronotabella passaggio corsa: Ponte di Legno ore 12.30; Passo del Tonale; Statale 42; Vermiglio; Fucine; Dimaro; Malè; Ponte Mostizzolo Statale 43; Cles; Dermulo; svincolo di Denno; svincolo di Andalo; Mezzolombardo; San Michele all’Adige ore 14.30 circa; Sp 131; Giovo; Palù di Giovo; Verla; Statale 632; Cembra; Statale 612; Sp 107; bivio di Segonzano; Sp 71; Lases; Madrano; Pergine Valsugana; Sp 228; Sp 12; Passo del Vetriolo; Sp 11; Levico Terme; Sp 1; Caldonazzo; inizio strada del Menador; Sp 133; Monterovere; Statale 349; Gionghi; Lavarone piazza Italia ore 17.15 circa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136