Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Edolo, due nuove acquisizioni per l'Università della Montagna

Edolo - I territori montani possono uscire dalla marginalità solo mettendo a punto nuovi modelli di sviluppo, basati su competenza, capacità di innovare e di fare rete – riducendo il più possibile le distanze e i fattori di isolamento attraverso l’uso della tecnologia – tutelando nel contempo l’ambiente: le montagne possono cogliere straordinarie opportunità dalla transizione ecologica e digitale promossa dall’UE. UNIMONT, che da oltre 20 anni promuove – dalle montagne e con successo – questo processo, vede l’assegnazione di un nuovo importante progetto e di un rilevante riconoscimento istituzionale.


Il polo UNIMONT – Centro d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano distaccato a Edolo, nel cuore delle Alpi, impegnato da oltre 20 anni nelle attività di formazione, ricerca e terza missione specifiche per le aree montane attraverso approcci metodologici e operativi innovativi, la ricerca e la qualificazione di giovani appassionati, nonché la formazione continua di operatori locali, avvia un nuovo progetto “Montagne: Living Labs di innovazione per la transizione ecologica e digitale” in partenariato con il Ministero dell'Università e della Ricerca.


In linea con il percorso fatto fino ad oggi con il Ministero, il progetto intende capitalizzare le significative esperienze acquisite da UNIMONT a livello nazionale e internazionale, potenziando le numerose sinergie e i network preposti alla governance e alla creazione di valore nei territori montani, al fine di implementare nuove iniziative didattiche, di ricerca, trasferimento tecnologico e supporto alle istituzioni per facilitare i processi di transizione ecologica e digitale nel nuovo quadro programmatico europeo.


Anche l’attribuzione di una specifica delega rettorale della Statale di Milano per la valorizzazione del territorio montano è frutto del costante impegno di UNIMONT nell’attività di formazione, ricerca, promozione delle collaborazioni, di idee e progetti per affrontare, a livello nazionale e internazionale, in modo efficace e innovativo il tema dello sviluppo delle aree montane. Cosi UNIMONT è diventata una piattaforma sempre più ampia e aperta, di servizio al territorio a livello locale, regionale, nazionale ed europeo grazie ad un approccio metodologico e operativo che guarda alla montagna “da dentro” e come “sistema” al centro di specifiche attenzioni, per ridurre le distanze e le differenze, fisiche e di opportunità, tra zone “centrali” e “periferiche”, favorendo lo scambio, il confronto e la definizione di alleanze operative win-win.


Anna Giorgi, Professore ordinario dell’Università degli Studi di Milano, Direttrice del Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. del polo UNIMONT di Edolo, Presidente del Corso di Laurea in “Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano”, Leader del Gruppo di Azione 1 – Ricerca e Innovazione – della Strategia Europea della Regione Alpina (EUSALP) e membro del board di Euromontana, è infatti stata incaricata con delega rettorale alla promozione del progetto di sviluppo didattico, di ricerca e di terza missione connesso alla valorizzazione del territorio montano.


Dopo un lungo e continuativo percorso di confronto, creazione di alleanze e promozione della cooperazione tra Università territorio, UNIMONT oggi è una piattaforma molto attiva, riconosciuta come “modello” efficace e buona pratica per la valorizzazione dei territori montani, che oltre per le specifiche attività di formazione e ricerca, è sempre più strategica per la capitalizzazione delle competenze ed esperienze nazionali e l’unione e il coordinamento delle forze e degli interventi per le montagne, ancora più preziosa nella prospettiva della transizione ecologica e digitale promossa dal nuovo quadro di riferimento europeo” dichiara la Prof.ssa Anna Giorgi.

Ultimo aggiornamento: 28/02/2021 05:42:49
POTREBBE INTERESSARTI
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
Brilla Manuel Verzeroli, primo nella categoria Yout
Il Basket in Carrozzina con la società di Rovato protagonista
Stasera primo consiglio comunale dopo le elezioni dell'8 e 9 giugno
Dala giornata odierna a venerdì 28 giugno via Diaz resterà chiusa
ULTIME NOTIZIE
Il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio
Bolzano - Le Pattuglie della Squadra “Volanti” Polizia di Stato sono state chiamate più volte a fronteggiare furti e...
24/06/2024 14:15 - 24/06/2024 18:30
24/06/2024 14:30 - 24/06/2024 23:30
24/06/2024 15:27 - 24/06/2024 18:45