Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Val di Peio, intervento di restauro degli affreschi a Pegaia

Realizzati da Cristoforo Baschenis II nel 1513 sulla facciata esterna della Chiesa di San Bartolomeo

Pegaia - Il prossimo 29 maggio partiranno i lavori di restauro degli affreschi cinquecenteschi sulla facciata esterna della Chiesa di San Bartolomeo a Pegaia, votata all’undicesima edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, organizzato dal FAI-Fondo per l’Ambiente Italiano ETS in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Il progetto ha ottenuto un contributo di 10.000 euro al Bando “I Luoghi del Cuore” nel 2023 e prevede il restauro degli affreschi realizzati da Cristoforo II Baschenis (documentato tra il 1472 – 1520), oggi in evidente stato di degrado, principalmente a causa dell’azione degli agenti atmosferici. Foto di Tommaso Prugnola ©FAI.

Nel 2022 l’APS Fil de Fer si è attivata per la raccolta voti in occasione del censimento “I Luoghi del Cuore” con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità sulle condizioni della Chiesa di Pegaia che oltre all’aspetto artistico ha un forte valore identitario per la Valle. Ben 4.521 persone hanno scelto di sostenere con il loro voto la Chiesa di San Bartolomeo che si è posizionata al 1° posto nella classifica regionale del Trentino Alto Adige e al 65° nella classifica nazionale. Questo importante risultato ha consentito alla parrocchia dei S.S. Filippo e Giacomo, proprietaria del bene, di partecipare nel 2023 al bando che FAI e Intesa Sanpaolo lanciano dopo ogni edizione del censimento.

Il progetto di restauro degli affreschi, del costo complessivo di 15.200 euro, è stato ritenuto idoneo e ha ricevuto un contributo di 10.000 euro da FAI e Intesa Sanpaolo. L’intervento prevede il coinvolgimento di enti e associazioni del territorio a diverso titolo: come cofinanziatori (Comune di Peio, Asuc Cogolo, Pejo Funivie) o per le attività di comunicazione, promozione e valorizzazione (APS Fil de Fer, Parco Nazionale dello Stelvio, LINUM Ecomuseo della Val di Peio, Centro Studi per la Val di Sole, Terme di Pejo, Consorzio Turistico Pejo3000, APT Val di Sole). Nel corso dell’anno sono previsti concerti e cori polifonici in sito, conferenze sulla storia e l’arte, attività con la Scuola Primaria e visite periodiche ai lavori di restauro.

La Chiesa di San Bartolomeo, consacrata nel 1512, sorge dove fino al quattordicesimo secolo esisteva il villaggio di Pegaia, la cui scomparsa è avvolta dal mistero. La popolazione della Val di Peio e delle valli limitrofe ha per secoli venerato i morti di Pegaia con processioni e pellegrinaggi, chiedendo la loro intercessione in caso di carestie, pestilenze o guerre. Sulla parte absidale esterna, affrescata da Cristoforo II Baschenis nel 1513, ci sono un vescovo, al suo fianco la Madonna con in grembo Gesù benedicente e un grandioso San Cristoforo, inquadrato da una cornice anch’essa affrescata con candelabro di gusto rinascimentale, collocato in posizione ben visibile lungo la via a protezione dei pellegrini.

La Chiesa necessita in generale di un restauro; si auspica che, attraverso la maggiore conoscenza del bene amplificata dalla partecipazione al censimento FAI, il recupero degli affreschi esterni sia solo il primo passo per una completa valorizzazione dell’edificio e per uno studio e racconto più approfondito degli accadimenti che hanno portato alla scomparsa del villaggio di Pegaia, ricco e prosperoso tra il Duecento e i primi decenni del Trecento, quando fu improvvisamente cancellato dal libro delle rendite del Principato Vescovile.

L’intervento di restauro degli affreschi sarà realizzato dal restauratore Giuseppe Delpero e la conclusione dei lavori è prevista per ottobre 2024.

La Parrocchia S.S.
Filippo e Giacomo di Cogolo e l’APS Fil de Fer ringraziano FAI e Intesa Sanpaolo per il contributo concesso, sono grati a tutti gli Enti e Associazioni che sostengono il progetto di recupero degli affreschi e anche alle 4.521 persone che con il loro voto hanno permesso questo importante risultato.

“Il FAI ha scelto di sostenere insieme a Intesa Sanpaolo il progetto di restauro presentato per la Chiesa di San Bartolomeo a Pegaia (TN) per l’oggettiva rilevanza storico artistica degli affreschi che necessitano di un’urgente opera di tutela a causa del loro avanzato stato di deterioramento. Inoltre si riconosce l’efficacia dell’attività svolta dall’APS Fil de Fer che ha saputo attirare l’attenzione di tutta la comunità e delle istituzioni locali su questo piccolo gioiello, memoria di una storia locale che ha bisogno di essere approfondita e compresa, per essere narrata. L’auspicio del FAI è che la partecipazione alla Campagna I Luoghi del Cuore possa contribuire ad attrarre altri nuovi finanziamenti, per valorizzare l’intero complesso.” ha commentato Federica Armiraglio, Responsabile FAI della Campagna “I Luoghi del Cuore”

La Campagna “I Luoghi del Cuore”
Dar voce alle segnalazioni dei beni più amati in Italia per assicurarne il futuro è lo scopo della Campagna “I Luoghi del Cuore”, lanciata dal FAI nel 2003 e promossa in collaborazione con Intesa Sanpaolo che si propone di coinvolgere concretamente tutta la popolazione e di contribuire alla sensibilizzazione sul valore del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese. Attraverso il censimento - che si tiene negli anni pari - il FAI sollecita le istituzioni locali e nazionali competenti affinché mettano a disposizione le forze per salvaguardare i luoghi cari ai cittadini; ma il censimento è anche il mezzo per intervenire direttamente, laddove possibile, nel recupero di alcuni beni votati. Dopo il censimento, infatti, FAI e Intesa Sanpaolo finanziano direttamente una selezione di progetti promossi dai territori a favore dei luoghi che hanno raggiunto una soglia minima di voti. I Luoghi del Cuore, dalla prima edizione a oggi, ha permesso di varare 163 interventi a favore di luoghi grazie alla fattiva collaborazione con le istituzioni. Ancora più numerosi sono gli effetti virtuosi innescati dell’iniziativa, che hanno portato al recupero di beni grazie alla mobilitazione di pubbliche amministrazioni e privati cittadini.
Per ulteriori informazioni: www.iluoghidelcuore.it

Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano è un Ente del Terzo Settore che opera grazie al sostegno di privati cittadini, aziende e istituzioni per tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio italiano di storia, arte e natura. Nata nel 1975 sul modello del National Trust, la Fondazione si impegna ogni giorno per recuperare, proteggere e valorizzare monumenti e luoghi unici del nostro Paese e per educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, all’amore e al godimento per l’ambiente, il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Il FAI, inoltre, vigila sulla tutela dei beni culturali e ambientali nello spirito dell’articolo 9 della Costituzione. In linea con il principio di responsabilità sociale, Intesa Sanpaolo condivide con il FAI i valori del progetto “I Luoghi del Cuore” volto alla piena valorizzazione e a un compiuto apprezzamento della bellezza e dell’unicità del nostro Paese attraverso la sensibilizzazione degli italiani sul valore del loro patrimonio artistico e ambientale.

L’APS Fil de Fer con sede in Cogolo di Peio è nata dall'impegno di un gruppo di circa venti persone di diverse età che dal 2015 ricerca e approfondisce temi cari alla Comunità tramite teatro di narrazione, mostre tematiche, pubblicazioni e incontri di formazione.
Ultimo aggiornamento: 09/05/2024 06:32:58
POTREBBE INTERESSARTI
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro: i risultati
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
Il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio
ULTIME NOTIZIE
Brilla Manuel Verzeroli, primo nella categoria Yout
Bolzano - Le Pattuglie della Squadra “Volanti” Polizia di Stato sono state chiamate più volte a fronteggiare furti e...
24/06/2024 14:30 - 24/06/2024 23:30
24/06/2024 15:27 - 24/06/2024 18:45
24/06/2024 16:00 - 24/06/2024 19:00