Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Sull’Alpe Cimbra gli OCREC 2024

Europei di corsa a ostacoli in Italia per la seconda volta

Alpe Cimbra - L’Italia e in particolar modo il Trentino continuano a giocare un ruolo di primo piano nel panorama internazionale dell’obstacle racing. Ancora una volta saranno proprio loro ad ospitare, a Folgaria sull’Alpe Cimbra, con il supporto delle amministrazioni locali, la settima edizione degli OCR European Championships, la massima competizione continentale di corsa a ostacoli organizzata dalla ASD FIOCR - Federazione Italiana OCR su assegnazione della World Obstacle (Fédération Internationale de Sports d'Obstacles) e della EOSF (European Obstacle Sports Federation).

Dopo il successo riscosso nel 2022 in Val di Fiemme, le sfide si sposteranno a Fondo Grande, meravigliosa località sciistica a 4 km da Folgaria, che fa parte appunto dell'Alpe Cimbra, regione famosa per il profondo amore nei confronti dello sport, costellata da deliziosi villaggi alpini, paesaggi naturali mozzafiato ma anche una storia secolare viva nelle tradizioni e in luoghi di grande interesse.

“Sin dalle origini - dichiara Mauro Leoni, Presidente FIOCR - l’Italia è stata protagonista nello sviluppo della disciplina. Dopo che nel 2015 siamo stati il primo Paese al mondo a organizzare un Campionato nazionale ed essere stati co-fondatori nel 2018 della EOSF, che rappresenta il movimento in Europa, parallelamente a quanto accade nel mondo con la World Obstacle, abbiamo lavorato per formare organizzatori, giudici e istruttori. Meriti che ci sono stati riconosciuti con l’assegnazione del secondo Europeo, per il quale vantiamo un giovane ma esperto staff organizzativo di 40 risorse da tutta Italia, che assieme ad altri esponenti europei coordineranno il lavoro di oltre 100 giudici e altrettanti volontari".

“Siamo orgogliosi di ospitare un evento così importante sull’Alpe Cimbra - afferma Gianluca Gatti, Presidente APT - che porterà tanti atleti provenienti da tutta Europa a scoprire per la prima volta il nostro territorio. Siamo al lavoro con tutti i nostri operatori per accoglierli con calore e farli sentire a casa. Sarà anche quest’anno un inizio di stagione in cui lo sport è protagonista: dai Campionati Nazionali Assoluti e Campionato d'Insieme Ginnastica Ritmica alla Transalp, dalla 100 km dei Forti ai ritiri di calcio, dal Triathlon Cross & Sprint al Trofeo delle Regioni di Orienteering. Questa grande attenzione allo sport e agli eventi sportivi vedrà nel 2025 l’Alpe Cimbra Comunità Europea dello Sport”.

“L’Alpe Cimbra - afferma Daniela Vecchiato, Direttore APT - è ormai per definizione la Montagna dei Campioni in virtù dei grandi eventi sportivi che ospita da molti anni. Siamo pronti con tutta l’organizzazione per ospitare i Campionati Europei OCREC, questa disciplina che trova nuovamente casa nella nostra bellissima Alpe Cimbra.
Insieme a noi il Comune di Folgaria, la FolgariaSki e la Polisportiva Alpe Cimbra stanno lavorando per garantire la miglior preparazione del terreno di gara ma soprattutto quella calorosa accoglienza che solo l’Alpe Cimbra e il Trentino sanno riservare ai grandi eventi sportivi”.

LE COMPETIZIONI DEL WEEKEND
Gli ostacoli naturali e artificiali disseminati lungo i percorsi testeranno, come sempre, la preparazione multidisciplinare dei partecipanti: oltre a dover sfoderare resistenza e forza per le prove legate, ad esempio, al trasporto di pesi, dovranno dimostrare agilità ed equilibrio negli attraversamenti di travi e funi oppure mobilità e coordinazione sul superamento delle strutture in sospensione, come le multirig, ma anche ovviamente velocità correndo sui differenti tracciati off-road.

Gli atleti qualificati, attraverso piazzamenti utili nelle gare riconosciute nei rispettivi Paesi di origine, si sfideranno, infatti, sulle distanze Short (3km, 20 ostacoli, 14 giugno), Standard (15km, 40 ostacoli, 15 giugno) e Team (8km, 20 ostacoli, 16 giugno) con un unico, grande obiettivo, ovvero ambire ai podi assoluti ed Age Group. Ma anche amatori e non qualificati potranno mettersi alla prova, con le stesse regole e gli stessi ostacoli dei migliori atleti continentali, grazie alla modalità Journeyman in batterie dedicate o con la Fun Run (8km, 20 ostacoli, 16 giugno).

Nel corso dell'intera manifestazione si svolgeranno, inoltre, le fasi qualificanti e la finalissima dello spettacolare formato 100mt (12 ostacoli), analogo a quello inserito anche nel programma olimpico di Los Angeles 2028 come nuova quinta disciplina del Pentathlon Moderno. Le grandi novità di quest'anno riguardano, inoltre, l'introduzione della categoria Adaptive (Para OCR) su tutte le distanze e lo svolgimento dell'evento Kids (800 metri, 10 ostacoli), per i giovanissimi dai 6 ai 12 anni.

LE CONVOCAZIONI AZZURRE E I TOP RUNNER
In Italia il movimento è rappresentato dalla ASD Federazione Italiana OCR, nata nel 2016 con lo scopo di disciplinare e promuovere l’obstacle racing a livello nazionale. Oggi nella penisola conta 50mila finisher ogni anno con ben 60 società sportive affiliate, tra organizzatori, team e campi a ostacoli.

Proprio la FIOCR ha comunicato le prime convocazioni degli azzurri che si contenderanno i titoli in palio, tra cui il parmense Gian Maria Savani, che ai Mondiali 2023 ha conquistato l’oro nella Short distance e l’argento nella Standard, e la mantovana Francesca Dambruoso, campionessa Master ai Mondiali 2023 e vice campionessa Master 100mt agli Europei 2023.

Le toscane Righerta Kadija e Federica Toni, ⁠la romagnola Deborah Molinaro e l’umbra Noemi Orologio saranno le ulteriori leve della rosa al femminile, mentre, tra gli uomini, il trentino Loris Pintarelli, ⁠il lucano Emilio Pagnotta, il piemontese Flavio Pellerei, il toscano Valentino De Vanna, il piemontese Alberto Miotti e l’emiliano Yuri Prezzi.

A difendere i titoli assoluti europei 2023 su distanza Short Ida Mathilde Rubens Steensgaard (DEN) e Jesse De Heer (NED), mentre nella Standard Ulrikke Evensen (DEN) e Stijn Lagrand (NED). Nella 100mt, invece, si gareggia a caccia dei successori di Jonaczyk Katarzyna (POL) e Prokudin Urii (EOSF).
Ultimo aggiornamento: 25/04/2024 03:43:53
POTREBBE INTERESSARTI
ULTIME NOTIZIE
Bolzano - Nell’ambito di una specifica operazione di Polizia di prevenzione generale, connessa ad una complessa attività...
Promosso da Anei Valle Camonica e Polo Liceale di Breno