Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Sul Garda la scuola di vela e le regate nazionali del Summer Meeting Rs Feva

giovedì, 17 giugno 2021

Gargnano – Sul Garda “volano” nuovamente le ali della Vittoria Alata della città di Brescia. Dopo l’Italiano Dolphin arrivano la scuola di Vela e le Regate Nazionali del Summer Meeting Rs Feva.

Le iniziative legate alle “velette” della Vittoria Alata, simbolo della città di Brescia, continuano lungo le rive del lago di Garda. Si tratta di un prestigioso progetto che legano storia, arte, vela e territorio. Ripartiranno il prossimo 26-27 giugno con la 6^ edizione del “Summer Meeting – Trofeo Centrale del latte di Brescia”. La gara sarà riservata ai giovani del coloratissimo doppio dell’Rs Feva, reduce dalle regate spettacolo di Taranto, in occasione del GP Sail con i maxicatamarani (alati) derivati dai modelli, che hanno corso le penultime due edizioni della America’s Cup (di San Francisco e Bermuda). In quel di Taranto la vittoria tra gli Rs Feva in gara, in rappresentanza delle Nazioni presenti, è andata alla coppia gargnanese Annalisa Vicentini e Thomas Rodriguez, entrambi della squadra giovanile del Circolo Vela Gargnano, allenata da Andrea Dall’Ora. I due hanno visto volare sulle loro vele anche le Frecce Tricolori della Pattuglia Acrobatica Italiana. Da Taranto all’isola d’Elba dove, in queste giornate, gli equipaggi dell’ Rs Feva sono impegnati nell’interessante “Raid dell’Isola d’Elba”, un giro a tappe sul mare toscano. Poi torneranno sul Garda dove ritroveranno le “velette” della Vittoria Alata, presenti anche alla Scuola velica estiva di Gargnano, al molo diamante della base di Marina di Bogliaco.

La versione in “vela” della Vittoria Alata nasce dalla collaborazione con il Comune di Brescia, Fondazione Brescia Musei e il Circolo Vela di Gargnano. L’idea di unire simbolicamente lo sport e la cultura, grazie a una serie di iniziative di comunicazione incrociate su diverse attività dedicate alla Vittoria Alata, il bronzo romano simbolo della città che, dopo il restauro effettuato presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, è ora allestito nella sua antica collocazione nel Capitolium del Parco archeologico di Brescia romana. Già a partire dal Campionato Italiano Dolphin, le imbarcazioni sono state dotate di velette personalizzate, frutto della creatività del designer Paolo Tassari dello studio Tassinari-Vetta, che ha curato l’identità visiva e la comunicazione dell’intero progetto. Da questa settimana e per tutto il resto dell’estate fino a settembre, la creatività della Vittoria Alata continuerà ad essere protagonista anche alla Scuola di vela-Summer Camp (www.centomiglia.it), attività estiva organizzata della Scuola di Federazione Italiana Vela al Circolo Vela di Gargnano. Ogni settimana offrirà diverse attività legate allo sport ma non solo, e dedicate ai bambini dai 6 agli 11 anni. Oltre al kit di partecipazione personalizzato Vittoria Alata, ogni bambino riceverà anche un accesso gratuito a Brixia, Parco archeologico di Brescia romana. Qui si potranno ammirare la straordinaria statua e la bellezza delle vestigia romane del parco archeologico. Allo stesso modo, grazie al Circolo Vela di Gargnano, i bambini partecipanti ai Summer Camp di Fondazione Brescia Musei (www.bresciamusei.com) potranno concorrere, nell’ambito delle attività dei laboratori sviluppati durante il camp, alla possibilità di venire omaggiati della partecipazione a una settimana alla Scuola velica di Gargnano. La stessa possibilità avrà ogni partecipante al Meeting Centrale del latte di Brescia con un ingresso omaggio al Parco archeologico.

Questi sono i primi passi di una collaborazione ad ampio spettro, che legherà le istituzioni in modo importante per tutto il periodo delle competizioni estive. L’idea nasce dalle ali di Luna Rossa e del Persico69F (che sul Garda lombardo correrà da metà agosto al largo di Limone). I foil di Luna Rossa sono stati infatti costruiti da due aziende bresciane (la Cropelli di Palazzolo e la Scs di Pontoglio) con il coordinamento del tecnico Angelo Glisoni di Iseo, già olimpico di vela, a Barcellona ’92 con una barca che si chiamava Maria “Vittoria”, casuale ma vero; mentre la “sorellina” più piccola di “Luna Rossa” porta la firma dello stesso cantiere bergamasco dello scafo maggiore, la Persico Marine, con l’allestimento realizzato dalla Avant Garde di Ponte San Marco (Brescia) e la veleria OneSails di Verona. E’ tutto un lago, le sue province, il suo territorio che vogliono volare grazie alle Ali della Vittoria Alata.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136