Ad
a
Ad
Ad


Giro d’Italia a Lavarone e Alpe Cimbra, Gatti: “Grande occasione per il nostro territorio”

mercoledì, 25 maggio 2022

Lavarone – La tappa del Giro d’Italia con arrivo a Lavarone sull’Alpe Cimbra ha fatto da richiamo per migliaia di persone sia sulla salita del Menador, un’ascesa inedita per la corsa rosa, sia all’arrivo. La tappa è stata vinta da Santiago Buitrago Sanchez.

Un appuntamento sportivo importante per l’Apt Alpe Cimbra- Vigolana che da anni è una meta e un riferimento per gli appassionati delle due ruote.

“Per noi – sostiene Gianluca Gatti (QUI NEL VIDEO), presidente dell’Apt Alpe Cimbra- Vigolana l’arrivo del Giro d’Italia è un grande evento, la consacrazione del nostro comprensorio per uno degli sport più amati a livello internazionale e l’occasione di farci conoscere anche oltre i confini nazionali”.  “Per il nostro territorio – prosegue Gianluca Gatti – è l’evento clou dell’anno, ma anche l’apertura della stagione estiva, che si annuncia ricca di eventi di grande attrazione a livello nazionale”.

Il ciclismo la fa da padrone sugli Altipiani Cimbri: già in passato era stata tappa di arrivo della corsa rosa e quattro anni fa aveva accolto il Tour des Alps, la corsa a tappe tra Trentino, Alto Adige e Tirolo.

Inoltre c’è un evento storico – questa volta con la “Mtb – la “100km dei Forti“, giunta quest’anno alla 26esima edizione e in calendario nel weekend dell’11 e 12 giugno. La “100Km dei Forti” è la gara che ogni biker sogna, una sfida che ha in sé l’essenza stessa della mountain bike. Ogni anno più di 1.500 amanti delle due ruote sfidano le proprie capacità e la propria resistenza affrontando 100km di strade sterrate nel bel mezzo della natura e della storia del Trentino. I due tracciati seguono infatti la viabilità militare della I Guerra Mondiale passando accanto ai resti di sette possenti forti bellici. I panorami mozzafiato dell’Alpe Cimbra fanno da sfondo a questa festa dello sport capace di coinvolgere proprio tutti: dagli sportivi di professione ai semplici amanti della MTB, dalle famiglie ai piccoli ciclisti in erba.

Partecipare alla “100Km dei Forti” significa vivere un’esperienza unica tra terra, polvere e fatica e nel prestigioso albo d’oro ci sono nomi di ex ciclisti professionisti su strada del calibro di Mirko Celestino, Gilberto Simoni, vincitore di due Giri d’Italia, di campioni della Mtb Paola Pezzo, olimpionica, Martino Fruet e Mauro Bettin. Sport e turismo sono un binomio perfetto all’Alpe Cimbra e lo sarà anche nella prossima estate.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136