Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Provincia di Bolzano, consegna mappatura ordigni bellici 2a Guerra mondiale

mercoledì, 23 settembre 2020

Quando:
30 settembre 2020@15:00–16:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-09-30T15:00:00+02:00
2020-09-30T16:00:00+02:00
Le cartografie originali con la mappatura degli ordigni bellici della Seconda Guerra mondiale il 30 settembre saranno consegnate alla Provincia dal Curatorio per i Beni Tecnici Culturali.

Un anno fa è stata disinnescata una bomba risalente alla Seconda Guerra mondiale, rinvenuta in piazza Verdi a Bolzano, domenica prossima analoghe operazioni interessano una bomba aerea americana, rinvenuta l’8 settembre nelle vicinanze della stazione, dove con tutta probabilità si celano ancora altri ordigni bellici. Il tema è di tutta attualità. E proprio il materiale cartografico originale riferito alla Seconda Guerra mondiale, con la localizzazione puntuale degli ordigni bellici - di bombe, ordigni inesplosi e bombe incendiarie – riportata sulla mappa catastale di Bolzano, sarà consegnato alla Provincia. È stato rinvenuto presso l’Abbazia di Muri Gries dove, durante la Seconda Guerra mondiale, aveva sede il comando della Polizia di sicurezza e della Protezione antiaerea. Lo ha portato alla luce il Curatorium per i Beni Tecnici Culturali nel corso delle ricerche condotte sull’areale della stazione ferroviaria di Bolzano. In considerazione delle attuali circostanze, il Curatorium, dopo aver digitalizzato il materiale cartografico, ha deciso di consegnarlo alla Provincia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136