Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Lombardia, Festa delle montagne

giovedì, 2 luglio 2020

Quando:
5 luglio 2020@14:00–15:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-07-05T14:00:00+02:00
2020-07-05T15:00:00+02:00

Domenica 5 luglio si celebra la prima edizione della ‘Giornata regionale per le montagne lombarde’, istituita da Regione Lombardia per promuovere e valorizzare i territori montani. Mai come in questa legislatura il tema ‘montagna’ e’ stato al centro delle attenzioni delle politiche di Regione attraverso specifiche norme per favorirne lo sviluppo e contrastare lo spopolamento in vista del grande appuntamento del 2026 dedicato ai Giochi Olimpici di Milano e Cortina. Il territorio di Regione Lombardia e’ per oltre il 40% costituito da montagne e circa un terzo dei suoi 10 milioni di abitanti sono concentrati nelle aree montane. Da sottolineare anche che il flusso annuo dei turisti verso le strutture ricettive sfiora il 30%.

“Una grande giornata – ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia – per tutta la nostra Regione che vuole celebrare le vette lombarde e tutto il territorio montano. Il 5 luglio 2020 ha un significato particolare per tante ragioni: in primis la ripartenza dopo l’emergenza sanitaria con una Messa per ricordare le vittime del Covid, ma anche i 150 anni dalla prima ascesa alla Presolana e qualche anno dopo la scalata dell’allora don Achille Ratti quello che sarebbe diventato da li’ a poco il Papa alpinista, Papa Pio XI nato nella della mia Desio”.

“La prima domenica di luglio – ha continuato Martina Cambiaghi – corrisponde all’apertura ufficiale della stagione nei rifugi lombarde. Per questo motivo vogliamo promuovere iniziative di tutela e valorizzazione delle specificita’ naturali, paesaggistiche, economiche, sociali e soprattutto sportive delle aree montane. Ringrazio il Consiglio Regionale per l’ottimo lavoro svolto nei mesi scorsi quando ha deciso di istituire un giorno dedicato alla montagna per continuare a tenere accesa l’attenzione sulla parte piu’ preziosa che la nostra Lombardia possa vantare: un tesoro fatto di risorse naturali, biodiversita’ ma anche di tradizioni, cultura e saperi locali che vanno assolutamente valorizzati e sostenuti”.

GLI APPUNTAMENTI CON LE GUIDE ALPINE – Inizieranno domenica 5 luglio proprio in occasione della prima Festa Lombarda delle Montagna, le uscite gratuite con le Guide alpine regionali. Il programma prevede da luglio a ottobre 43 escursioni gratuite con gli ‘Accompagnatori di media montagna’ e le ‘Guide alpine’ della Lombardia alla scoperta delle foreste piu’ belle della regione. L’iniziativa e’ promossa dall’assessorato allo Sport e Giovani di Regione Lombardia e dal Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, in collaborazione con Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste).

“E’ nostro obiettivo e dovere garantire un futuro alle ‘sentinelle’ montane, a cominciare da alpeggiatori e rifugisti” spiega Alessandro Fermi, presidente del Consiglio regionale che ha deciso di istituire un giorno dedicato alla montagna.

“Sui monti ho sempre incontrato persone animate da grande passione e straordinaria umanita’ e questa giornata vuole essere semplicemente una testimonianza concreta di rinnovata attenzione e sensibilita’ nei loro confronti. Dobbiamo sviluppare politiche per la montagna – conclude il presidente Fermi -ancora piu’ incisive non solo nell’ottica dell’evento delle Olimpiadi invernali, ma anche su temi importanti come il turismo, la cultura del cibo e le sue tradizioni. Quando rimane viva e vissuta, la montagna e’ una sicurezza per tutti. E’ una grande opportunita’ per la Lombardia soprattutto in questa fase di ripartenza dopo l’emergenza legata al Covid-19″.

DOMENICA 5 LUGLIO – Sono in programma domenica 5 luglio sette diversi appuntamenti: i borghi della Valvestino (BS), Passo della Presolana, Sentiero dell’Orso (BG), rifugio Benigni e lago Piazzotti (SO), i panorami del Campo dei Fiori (VA), le trincee del Monte Generoso e il faggio monumentale dell’Alpe di Gotta (CO), la Dorsale Orobica Lecchese, dai Piani di Bobbio al Rifugio Grassi (LC), e il Monte Lesima (PV).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136