Ad
Ad


Uccise la compagna a Provaglio d’Iseo, 50enne resta in carcere

lunedì, 6 dicembre 2021

Provaglio d’Iseo – Rigettato il ricorso dalla Suprema Corte, Elio Cadei resta in carcere. Il 50enne di Provaglio d’Iseo (Brescia) il 15 novembre 2015 aveva ucciso la compagna Simona Simonini, 42 anni, al termine di una serata tra alcol e droga. Condannato a 20 anni di carcere, i suoi legali – dopo sei anni dal delitto – hanno avanzato ricorso e chiesto alla Corte di Cassazione che la pena fosse scontata ai domiciliari con la motivazione delle condizioni di salute.

Invece i giudici hanno rigettato il ricorso dichiarandolo “inammissibile, perché dev’essere considerata la pericolosità sociale del detenuto, valutazione che è essenziale per la decisione sull’istanza di differimento della pena”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136