Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Rovereto: furti al Brione, due ladri arrestati in Valtellina

sabato, 23 novembre 2019

Rovereto – La collaborazione tra il commissariato di Polizia di Rovereto e la Squadra Mobile di Sondrio sono stati arrestati i ladri in Valtellina i ladri del Bione. Era lo scorso 4 novembre quando la Volante della Polizia di Stato del Commissariato di Rovereto interveniva nel tardo pomeriggio nella zona del Brione a seguito della segnalazione di alcuni residenti che avevano visto due soggetti tentare di penetrare nelle abitazioni della zona.

Arrivata nel quartiere, la pattuglia intercettava immediatamente uno dei due individui, che alla vista della vettura di servizio si dava però a precipitosa fuga, scavalcando le recinzioni di alcune abitazioni e facendo perdere le proprie tracce.

Rimasti in zona, i poliziotti udivano un improvviso latrare di un cane che li metteva sulle tracce dell’altro fuggitivo che riuscivano infine a bloccare, dopo un inseguimento a piedi tra le abitazioni.

Il soggetto, un cittadino albanese di 45 anni residente in provincia di Milano, veniva così denunciato per tentato furto in abitazione in concorso e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il prosieguo degli opportuni accertamenti disposti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovereto consentiva di identificare dopo pochi giorni il complice, anche lui cittadino albanese venticinquenne residente in provincia di Bergamo, e denunciarlo parimenti per tentato furto in concorso.

Tutti gli elementi raccolti nell’indagine, come di prassi, venivano quindi inseriti nei precedenti di polizia ed attenzionati in particolar modo dalla Squadra Mobile di Sondrio, che stava indagando per una serie di furti simili perpetrati nella zona della Valtellina.

Grazie alle indicazioni fornite dagli uomini della polizia giudiziaria del Commissariato di Rovereto, soprattutto relative alle autovetture ed ai telefoni cellulari utilizzati dai malviventi, i colleghi, in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Morbegno, predisponevano mirati servizi e riuscivano ad arrestare i due pericolosi ladri in flagranza di reato, trovandoli anche in possesso di una pistola Beretta calibro 22 appena rubata da un’abitazione della zona.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136