Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Bolzano, banda di romeni specializzata in furti nelle case: un arresto e tre denunce della Mobile

martedì, 4 maggio 2021

Bolzano – La Squadra Mobile della Questura di Bolzano individua una banda di romeni specializzata nei furti in appartamento: un arresto e tre denunce.

Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Bolzano arrestavano in flagranza di furto in abitazione un cittadino romeno di 33 anni, C.T., procedendo contestualmente alla denuncia in stato in libertà di altri tre suoi connazionali.

In particolare, la Sezione Reati contro il patrimonio aveva da alcuni giorni intrapreso un’attività di indagine, condotta con metodi tradizionali, quali osservazioni e pedinamenti, su un gruppo di cittadini stranieri sospettati di commettere furti in abitazione in tutta la provincia di Bolzano: in particolare, negli ultimi giorni erano state prese di mira case in Val di Fleres ed in Val d’Isarco.

Dopo un lungo pedinamento della macchina utilizzata dal sodalizio criminale, gli uomini diretti dal dottor Tricarico, appunto il 30 aprile, vedevano un uomo introdursi in un appartamento di Collepietra, per poi uscirne dopo qualche minuto.

A questo punto i poliziotti intervenivano, arrestando il ladro e recuperando tutta la refurtiva, consistente in numerosi monili in oro, immediatamente restituiti alla proprietaria,  che non si era nemmeno accorta di quanto appena subito.

Inoltre, veniva anche bloccata l’autovettura sospetta, con bordo altri tre cittadini rumeni (due donne e un uomo) e su cui veniva rinvenuto materiale di probabile provenienza furtiva: sono attualmente in corso accertamenti per stabilire una corrispondenza con vari episodi avvenuti in provincia.

L’arrestato, C.T., con numerosi precedenti specifici a carico, veniva quindi associato presso la locale Casa Circondariale, mentre ai due complici veniva notificato il provvedimento di allontanamento dallo Stato ai sensi della normativa vigente.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136