Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Accusato di truffa all'Unione Europea, ai domiciliari 50enne bresciano

Brescia - La maxi inchiesta della Procura di Bari, su presunta truffa aggravata a danno dell'Unione Europea, ha portato anche all'arresto di un 50enne bresciano, che, secondo l'accusa, avrebbe cambiato la data di una fattura per una macchina agricola di 110mila, in modo da ottenere i fondi europei.


L'operazione è stata illustrata dal Procuratore nazionale antimafia Cafiero de Raho, Procuratore di Bari Roberto Rossi, comandante del Ros Pasquale Angelosanto, comandante del reparto tutela agroalimentare di Salerno Giorgio Borrelli, il vicepresidente di Eurojust Filippo Spiezia e il vice direttore generale di Olaf (ufficio europeo per la lotta antifrode) Ernesto Bianchi in mattinata.


tribunale BresciaNella maxi inchiesta della Procura di Bari sono coinvolte 48 persone, accusate a vario titolo di associazione mafiosa, riciclaggio, sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione illegale di armi ed esplosivi, truffe per il conseguimento di erogazioni pubbliche e concorrenza illecita con minaccia o violenza. La contestazione al 50enne bresciano è concorso in truffa aggravata nei confronti dell'Europa.

Ultimo aggiornamento: 27/10/2020 14:09:03
POTREBBE INTERESSARTI
Bolzano - Gli agenti della Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Merano, a conclusione di una...
Le decisioni del Questore dopo controlli ed episodi di cronaca
Per verosimili motivi di gelosia: moldavo 48enne arrestato dai carabinieri
Intensificati i controlli dei carabinieri nel capoluogo: il bilancio
ULTIME NOTIZIE
Gli appassionati sulla strada della Corsa Rosa
Da Manerba del Garda a Livigno attraverserà Valtrompia, Valle Camonica e Valtellina
Moreschini e Paci nominati atleti dell'anno dal comitato trentino Fisi