Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Via libera della giunta al bacino artificiale della skiarea Belvedere di Canazei

sabato, 18 maggio 2019

Canazei – La giunta provinciale ha approvato, su proposta dell’assessore all’ambiente e urbanistica, la realizzazione del bacino artificiale nella skiarea Belvedere di Canazei. L’opera, capace di contenere 120 mila metri cubi di acqua, servirà a garantire la scorta idrica necessaria ad alimentare il sistema di innevamento delle piste durante la stagione invernale. La collocazione del bacino è prevista nell’area boschiva ai piedi delle Torri del Pordoi, mentre le opere di scarico seguono per circa un chilometro il sentiero esistente in direzione nord, verso la località Pian de Schiavaneis, per poi dirigersi verso ovest, scendendo per circa 600 metri fino al Ruf de Antermont.

La Società incremento turistico Canazei (Sitc) aveva presentato lo scorso agosto al Servizio autorizzazioni e valutazioni ambientali della Provincia autonoma di Trento la domanda di valutazione dell’impatto ambientale (Via) del progetto definitivo per la realizzazione del bacino artificiale a servizio dell’innevamento programmato della skiarea Belvedere e Col Rodella, nel Comune di Canazei.

Il progetto riguarda la realizzazione di un bacino artificiale con un volume d’invaso di circa 120 mila metri cubi e le relative opere di distribuzione dell’acqua al sistema di innevamento che permetterà di garantire la regolare gestione dell’innevamento programmato della Skiarea Belvedere e Col Rodella.

Secondo la valutazione degli uffici provinciali, “il progetto definitivo risponde ai criteri di progettazione e di costruzioni delle dighe”. Alla società sono stati indicati degli specifici approfondimenti tecnici necessari per la redazione del progetto esecutivo.

Per quanto riguarda la pianificazione territoriale, il bacino di innevamento risulta urbanisticamente compatibile, in quanto situato in area sciabile prevista dalla variante al Piano regolatore generale del Comune di Canazei del 2017. La variante tiene conto del contesto ambientale in cui si inserisce il bacino, valutando le possibili alternative di localizzazione e l’importanza paesaggistica della zona, con vedute notevoli verso il massiccio del Piz Ciavazes e il gruppo del Sassolungo.

L’istruttoria ha preso in considerazione gli effetti del progetto sull’ambiente, sulla base della localizzazione del bacino definito nella variante del Piano regolatore comunale. Particolare rilievo è stato dato al tema dell’approvvigionamento idrico del bacino artificiale in progetto. Su questo tema sono state richieste specifiche integrazioni, che si sono rese necessarie al fine di garantire la sostenibilità tecnica ed economica, relativa alle modalità di riempimento del bacino. È stato verificato che tale riempimento può essere attuato utilizzando le fonti attualmente in concessione alla ditta proponente, consentendo di accumulare una riserva idrica adeguata per innevamento delle superfici sciabili corrispondente ai parametri stabiliti dal Piano generale di utilizzazione delle acque. Peraltro è stata valutata l’ipotesi di riempimento, che consente un maggiore risparmio in termini economici ed energetici, da attuarsi con altre concessioni o modifica delle concessioni esistenti da rinnovare e che potranno essere rilasciate sulla base di un monitoraggio ambientale del rio Antermont e del rio Bianchi.

Non sono state rilevati particolari impatti relativamente alle altre componenti ambientali ad eccezione del disturbo legato all’attività di cantiere che comunque avrà una durata abbastanza limitata nel tempo.

Nell’ambito del procedimento sono stati acquisiti gli atti di assenso da parte dei soggetti interessati. In particolare sono stati acquisiti l’autorizzazione alla trasformazione di coltura, autorizzazione paesaggistica, il parere preventivo in materia di assetto geologico e idrogeologico del territorio, l’ assenso preliminare per le piste da sci. Il Comune di Canazei ha rilasciato l’atto di assenso in merito al rispetto delle previsioni degli strumenti di pianificazione del territorio, dei regolamenti edilizi e della normativa urbanistica edilizia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136