Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Trentino, insediato il Comunicato unico di garanzia di Apss

martedì, 29 ottobre 2019

Trento – Promuovere un ambiente di lavoro che rispetti le pari opportunità, contrastare qualsiasi forma di discriminazione e mobbing e valorizzare in generale il benessere di chi lavora nell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Sono questi, in sintesi, gli obiettivi del Comitato unico di garanzia insediatosi ieri. L’organismo – che sostituisce i Comitati per le pari opportunità e i Comitati paritetici sul fenomeno del mobbing – è composto da 43 rappresentanti, in parte indicati dalle organizzazioni sindacali più rappresentative a livello di amministrazione e in parte dalla stessa Apss. A guidarlo sarà Ornella Bertoni, dirigente delle professioni sanitarie.

Il Comitato unico di garanzia dura in carica quattro anni e ha compiti propositivi, consultivi e di verifica all’interno dell’amministrazione, in attuazione della normativa nazionale e provinciale in materia. I componenti identificati da Apss rappresentano le diverse professionalità che operano in azienda e le varie sedi territoriali.

All’insediamento del nuovo Comitato era presente anche il direttore amministrativo di Apss Rosa Magnoni, che ha evidenziato il ruolo fondamentale del CUG nelle politiche aziendali improntate alla valorizzazione del capitale umano. La neo presidente Ornella Bertoni, dopo aver ringraziato i precedenti comitati per il lavoro svolto, ha assicurato che il Comitato si muoverà in continuità con le azioni già intraprese, ma anche promuovendo obiettivi innovativi. Secondo la visione del nuovo presidente il CUG non rappresenta un mero adempimento di legge, ma una risorsa preziosa per una Pubblica amministrazione più efficace. Parole di ringraziamento anche per la direzione di Apss che da anni – ha sottolineato Bertoni – si mostra sensibile al tema del benessere organizzativo e pone una specifica attenzione, nella lettura dell’organizzazione, alle diversità (genere, disabilità, ecc.) e alla ricerca del costante miglioramento. Lo si riconosce –   ha concluso Bertoni – nella raccolta dati, nella produzione di progetti, nella promozione della cultura e politica aziendale, ma soprattutto nelle azioni già presenti e consolidate attente ai bisogni di tutti i  dipendenti.

Soddisfazione per l’insediamento del nuovo gruppo di lavoro è stata espressa anche dal direttore generale di Apss Paolo Bordon: «il benessere organizzativo del personale è alla base di un’azione amministrativa davvero efficiente ed efficace. Sono certo che il Comitato unico di garanzia proseguirà l’attività in linea con quanto fatto fino ad ora, per garantire ai nostri dipendenti un ambiente di lavoro sereno e stimolante, dove non possa assolutamente trovare spazio alcuna forma di discriminazione o violenza morale o psicologica».



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136