Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Valle Camonica, visita del Questore e protocollo per le procedure dei passaporti

mercoledì, 28 ottobre 2020

Breno – Visita del Questore in Valle Camonica e nuove procedure per i passaporti. Dopo un periodo di fermo, si riattiva infatti sul territorio camuni l’ufficio Passaporti, che svolgerà un servizio in parte modificato rispetto al passato.

firmaÈ stata siglata stamattina nella sala assemblee del Bim un’intesa tra la Questura di Brescia, nella persona del neo questore Giovanni Signer, e la Comunità montana, per tramite del presidente Alessandro Bonomelli, per mettere in campo iniziative sperimentali e innovative per favorire lo snellimento delle procedure e la riduzione dei tempi d’attesa per il rilascio del passaporto per i residenti in Valle. Presente anche l’assessore Ilario Sabbadini.

Il protocollo è stato attivato per favorire chi vive in un’area decentrata come quella camuna, dove i cittadini, per ottenere il documento, sono costretti a un aggravio di costi e di tempi per gli spostamenti a Brescia.

La nuova procedura prevede:

- l’appuntamento sarà da fissare sulla piattaforma informatica “Passaporto elettronico – Agenda On Line” (www.passaportonline.poliziadistato.it), all’interno della quale sarà presente, da gennaio 2021, la sezione “Sportello Passaporti Darfo Boario”, nella quale sarà possibile effettuare la prenotazione degli appuntamenti, riservabili solo dalle persone residenti nei comuni della Valle Camonica.

- la consegna della documentazione avverrà, come in passato, nell’ufficio della stazione della Polizia stradale a Darfo; nel momento dell’acquisizione delle impronte, i cittadini camuni potranno scegliere se ritirare il passaporto nella sede della Comunità montana a Breno, senza doversi recare a Brescia (le altre opzioni sono il ritiro nell’ufficio Passaporti della Questura a Brescia o l’invio tramite le Poste all’indirizzo fornito  dal  richiedente).

- la Comunità montana metterà a disposizione un numero telefonico per fornire informazioni agli utenti sulla procedura di rilascio/rinnovo del passaporto elettronico, sulla documentazione necessaria e sulle modalità per effettuare la prenotazione.

- sarà creato un registro per la verifica di quando e a quale persona è stato consegnato il passaporto custodito in Comunità montana.

Il protocollo d’intesa sarà valido sino al 30 giugno 2021.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136