Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo, Italian Mountain Lab: secondo meeting di progetto per lo sviluppo e la gestione delle montagne

mercoledì, 14 febbraio 2018

Edolo – Domani e giovedì – 15 e il 16 febbraio 2018 – si riunirà a Edolo presso l’Università della Montagna – centro d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano – il partenariato del progetto Italian Mountain Lab, che vede lavorare l’Università degli Studi di Milano, l’Università del Piemonte Orientale e l’Università della Tuscia. In vista di questo meeting, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) promuove un’iniziativa satellite della scuola italiana interamente dedicata al tema della Montagna e circa 16 docenti delle scuole superiori provenienti da tutta Italia saranno coinvolti.

Università della montagna 1Il progetto Italian Mountain Lab, progetto FISR – Fondo integrativo speciale per la ricerca del MIUR, attraverso il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sta supportando l’obiettivo di promuovere la collaborazione tra Università, Centri di Ricerca e di Sviluppo e soggetti attivi nella valorizzazione del territorio montano a livello nazionale è stato presentato ufficialmente a CIME A MILANO – Reti, Ricerca, Innovazione per le Montagne. In questa occasione, oltre 140 persone hanno partecipato alla giornata di lavoro e hanno dimostrato la volontà di promuovere e consolidare un’azione di coordinamento per implementare le sinergie tra le reti nazionali per la ricerca e lo sviluppo delle aree montane. L’incontro che si svolgerà ad Edolo vedrà quindi i team delle tre università coinvolte nel progetto Italian Mountain Lab programmare un piano di lavoro comune, fissando obiettivi precisi, analizzando i risultati attesi e stabilendo i tempi di attuazione.

Partendo dai risultati del primo hackathon della scuola italiana interamente dedicato allo sviluppo dei territori montani – MOUNTAIN-HACK – questo appuntamento sarà anche una maratona di formazione dove 16 docenti di 15 scuole e città diverse del paese, rappresentanti 9 regioni italiane e 7 indirizzi scolastici, lavoreranno insieme per elaborare un programma di azioni volte ad accrescere la sensibilità della scuola italiana verso i problemi e le opportunità dei territori montani. L’obiettivo è quello di rafforzare e comunicare il punto di vista dei docenti sulle priorità relative alla gestione delle montagne a livello locale, regionale ed europeo e suggerire soluzioni per rispondere alle sfide che minacciano le loro risorse.

Rivivi qui tutte le emozione del primo hackathon
della Scuola Italiana sulla Montagna!
Guarda il video!


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136