QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Edolo, festa dello sport e incontro sul doping con gli studenti del “Meneghini”

giovedì, 12 aprile 2018

Edolo – Una festa dello sport, ma anche occasione d’incontro su temi quali l’educazione sportiva e il doping. Il primo “Edolo Sport Day” ha centrato l’obiettivo e soddisfatto gli organizzatori, mentre la direttrice scolastica dell’Istituto Comprensivo di Edolo e del Meneghini, professoressa Raffaella Zanardini, ha commentato: “Queste giornate aiutano a crescere e il primo Edolo Sport Day ha colto nel segno coinvolgendo tutti gli alunni“.

Edolo Sport 02

GARE & PREMIAZIONI - L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e il CUS Statale, aveva come scopo valorizzare l’indirizzo sportivo sperimentare della media “Bruno Serini” ed ha coinvolto gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, le scuole secondarie di secondo grado dell’istituto “Meneghini” e gli studenti universitari presenti sul territorio.

La sfide nella diverse discipline sportive (tornei di calcio a 5, basket 3vs3 e volley 4vs4) hanno visto scendere in campo alunni delle scuole secondarie di primo grado e delle scuole secondarie di secondo grado, mentre nel pomeriggio si sono svolti i campionati universitari della Statale e della sede Unimont. Gli studenti della facoltà di Agraria si sono dati battaglia nella fase preliminare del torneo che eleggerà il prossimo 26 maggio la Facoltà Campione dell’Università degli Studi di Milano 2018.

Edolo sport

Al termine le premiazioni, alla presenza della direttrice scolastica, professoressa Zanardini, del sindaco di Edolo, Luca Masneri e del consigliere delegato allo Sport, Michele Tonini, che hanno consegnato riconoscimenti agli studenti e agli organizzatori dell’evento. “Il nostro traguardo è raggiungere l’eccellenza – ha aggiunto la professoressa Zanardini – e lo sport ci aiuta in questa fase di crescita“. La direttrice scolastica ha ringraziato il sindaco Masneri e l’Amministrazione comunale di Edolo per la collaborazione con la scuola, sostenendo anche concretamente la manifestazione. Da parte sua il sindaco Luca Masneri ha sottolineato: “L’Amministrazione comunale ha destinato circa due milioni di euro per manutenere, sistemare e rifare le palestre della  struttura scolastica, realizzando nuove aree destinate allo sport. Altri 50 mila euro circa sono stati investiti in un progetto sugli sport di montagna, per dare la possibilità agli edolesi di partecipare quasi gratuitamente a corsi legati ad attività spesso costose, come l’arrampicata o lo sci. Noi ci teniamo che i ragazzi conoscano il territorio e si avvicinino allo sport, che può anche diventare un’opportunità occupazionale in prospettiva”.

LOTTA AL DOPING - Nel corso della giornata si è svolto all’aula magna del “Meneghini” il convegno sul progetto “Lotta al doping”, che ha visto l’intervento del presidente del Comitato Sportivo dell’Università degli Studi di Milano, professor Antonio La Torre, e Roberto Codella, docente al Corso di Laurea in Scienze Motorie all’Università degli Studi di Milano. E’ stato illustrato il progetto “Lotta al doping”, nato nel 2000 in Lombardia, su iniziativa di ASSITAL (Associazione Italiana Tecnici di Atletica Leggera) e supportato dal Comitato Regionale Fidal Lombardia. Un secondo incontro sul tema “Alimentazione e Sport” è stato presieduto da Roberto Sergio.

Il professor Roberto Codella ha evidenziato l’obiettivo: “E’ una campagna formativa – informativa realizzata insieme ad Assital e va a coinvolgere tutte le scuole superiori di Italia e non solo. Con i nostri seminari, invece, ci poniamo l’obiettivo di mettere in atto una rivoluzione. Ed è perciò che prestiamo parecchia attenzione all’aspetto psicologico poiché la lotta al doping è soprattutto un problema da leggere in chiave etica e morale“.

Edolo Sport 01

La vittoria ha una sua valenza – ha concluso Roberto Codella – solo quando arriva con sacrificio e per merito degli sforzi di un atleta. Utilizzare scorciatoie come il doping è inutile e nocivo non solo per il proprio corpo ma anche per la propria personalità“.

E dopo il successo del primo Edolo Sport Day si guarda già ai prossimi appuntamenti che coinvolgeranno gli studenti edolesi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136