Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Volley Superlega: Itas Trentino sconfitta dalla Lube Civitanova

mercoledì, 7 ottobre 2020

Civitanova Marche - Il big match di metà settimana della SuperLega Credem Banca 2020/21 premia l’affidabilità casalinga della Cucine Lube. L’Eurosuole Forum di Civitanova Marche ha infatti respinto anche questa sera il tentativo di assalto di una Itas Trentino che ha dovuto cedere in tre set al cospetto dei padroni di casa, molto determinati in avvio di partita e bravi in seguito a contenere fra secondo e terzo set il tentativo di ritorno degli ospiti (nella foto credit Spalvieri – Lube Volley).

Nimir - Itas Trentino in attacco contro il muro della LubeLa formazione gialloblù ha infatti faticato ad entrare in partita, tenendo le cose migliori della sua serata per il parziale centrale, in cui ha lottato punto a punto con il quotato avversario. La maggior incisività a rete di Leal (alla fine mvp, 15 punti col 71%) e di Juantorena (best scorer con 16 ed il 65%) hanno fatto la differenza nel momento importante ed in tutte le occasioni in cui la contesa si è animata. Fra le fila dei trentini 16 palloni vincenti anche per Nimir Abdel-Aziz (col 48%, due muri e un ace), l’unico ad andare in doppia cifra assieme a Kooy (10).

L’occasione per il riscatto per l’Itas Trentino passerà già per l’appuntamento di domenica sera, ancora in trasferta ma in questo caso a Piacenza.

La cronaca del match. L’Itas Trentino si ripresenta all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche priva del solo Michieletto; Lorenzetti preferisce Lisinac a Cortesia, confermando gli altri sei giocatori nello schieramento di partenza: Giannelli in regia, Nimir opposto, Kooy e Lucarelli in banda, Podrascanin secondo centrale e Rossini libero. La Cucine Lube risponde col sestetto tipo: De Cecco al palleggio, Rychlicki opposto, Leal e Juantorena in posto 4, Anzani e Simon centrali, Balaso libero. Nelle prime battute i padroni di casa chiariscono subito le loro intenzioni, scappando via con Leal (3-5) e poi con Anzani (muro su Lisinac per il 5-8). Lo stesso centrale affonda il colpo anche con il servizio (pure un ace diretto), che porta a +5 i cucinieri (7-12, time out Lorenzetti). Nella seconda parte il margine di vantaggio della Lube aumenta esponenzialmente (11-16, 12-21) perché al servizio Simon fa male alla seconda linea gialloblù. Il set è indirizzato e si conclude sul 15-25, con Trento che nel finale prova a rialzare la testa almeno con il muro (due a segno con Nimir e Podrascanin).

L’Itas Trentino cerca di scuotersi in avvio di secondo parziale, tenendo bene la fase di cambiopalla almeno sino a quando non si mette ad attaccare con continuità Rychlicki (5-7). Dopo il time out preventivo di Lorenzetti la Lube scappa via di nuovo con Anzani (6-11); l’allenatore trentino ne deve spendere subito un altro prima di ricevere una reazione dalla sua squadra, che passa dagli attacchi di Kooy (10-11). Gli ospiti trovano la parità a quota dodici e con Lucarelli passano a condurre anche sul 16-15. I marchigiani fiutano il pericolo ma non riescono a scrollarsi di dosso l’avversario, nonostante il buon momento di Juantorena (18-18). Si va allo sprint, a cui la Cucine Lube arriva avanti 20-22; Trento annulla due palle set (da 22-24 a 24-24) con un grande muro di Lisinac su Simon. Alla terza occasione però la squadra di De Giorgi chiude: 24-26 con muro di Juantorena su Nimir.

La contesa punto a punto riprende anche nella terza frazione (5-5, 8-8), prima che Anzani si scateni di nuovo dalla linea dei nove metri (ace su Kooy che vale l’8-10 ed il time out di Lorenzetti). In seguito la Lube aumenta il proprio vantaggio (11-15) e Trento con il solo Nimir prova a replicare (16-19), ma poi lascia definitivamente spazio agli avversari, che con Juantorena concludono il lavoro sul 18-25.

“Purtroppo la nostra prestazione odierna è stata sulla falsariga di quella messa in atto domenica contro Verona – ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . Abbiamo subito commesso tanti errori, poi ci siamo ripresi e siamo riusciti a giocare in maniera più fluida fino al terzo set, momento in cui abbiamo sofferto in ricezione. Sono problemi che fino a sabato scorso non avevano e che si sono manifestati in questi ultimi quattro giorni; dobbiamo lavorare per rimediare perché due prove negative consecutive sono indizi che ci devono far tenere alta la guardia”.

La squadra farà rientro nella notte a Trento e da venerdì mattina inizierà a preparare il prossimo impegno ufficiale, in calendario per domenica 11 ottobre al PalaBanca di Piacenza contro la Gas Sales Bluenergy (ore 17 – quarto turno di regular season).

IL TABELLINO 

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-0 (25-15, 26-24, 25-18)
CUCINE LUBE: De Cecco, Juantorena 16, Anzani 8, Rychlicki 9, Leal 15, Simon 8, Balaso (L); Kovar, Hadrava. N.e. Marchisio, Larizza, Falaschi, Yant. N.e. Marchisio, Larizza. All. Ferdinando De Giorgi.
ITAS TRENTINO: Lisinac 1, Abdel-Aziz 16, Kooy 10, Podrascanin 8, Giannelli 2, Lucarelli 6, Rossini (L); De Angelis. N.e. Cortesia, Argenta, Sperotto, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Saltalippi di Torgiano (Perugia)
DURATA SET: 24’, 35’, 25’; tot 1h e 24’.
NOTE: partita disputata a porte chiuse. Cucine Lube Civitanova: 8 muri, 8 ace, 10 errori in battuta, 4 errori azione, 56% in attacco, 57% (31%) in ricezione. Itas Trentino: 6 muri, 1 ace, 10 errori in battuta, 8 errori azione, 47% in attacco, 36% (14%) in ricezione. Mvp Leal.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136