Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Orienteering, Long: Riccardo Scalet e Verena Troi campioni italiani

domenica, 13 settembre 2020

Passo Valles - Riccardo Scalet (PWT Italia 1h.21′:16″) e Verena Troi (Terlano 1h:12′:42″) sono i nuovi campioni italiani Long di Orienteering che si sono svolti a passo Valles, area situata al confine tra le province di Trento, Bolzano e Belluno. Per entrambi un successo netto e rispettivamente davanti all’altoatesino Lukas Patscheider (Pwt Italia 1h:27:57″) e alla brianzola Irene Pozzebon (01:17:12 Pol Besanese). Bronzo per il primierotto Tommaso Scalet (01:28:08 Pwt Italia) e Christine Kirchlechner (01:19:04 SC Merano).

Riccardo Scalet - foto credit FisoLa Long distance odierna, tracciata da Pierpaolo Corona, ha visto al via 650 concorrenti ed è risultata essere una prova molto dura per il terreno di montagna caratterizzato da piccole paluti che hanno reso particolarmente faticoso il compito dei concorrenti. Per gli uomini Elite 26 punti di controllo per le donne 21 (nella foto credit Fiso, Riccardo Scalet).

Scalet si è confermato un implacabile collezionista di titoli tricolori, mentre Troi ha aggiunto un nuovo alloro alla sua lunghissima carriera, avendo la meglio nell’interesante sfida con Kirchlechner.

Da segnalare il pronto riscatto del giovane Lukas Patscheider, al debutto in categoria, che ieri era incappato in un errore.

Nelle categorie giovanili M20 successo per Francesco Mariani (Orsa Maggiore) che ha battuto Damiano Bettega (GS Pavione) e Mattia Scopel (Fonzaso). Tra le pari età Nicol Canova (GS Pavione) su Vera Chiusole (Merano) e Caterina Dallera (Punto Nord).

Queste le parole dei protagonisti di giornata.

Riccardo Scalet.Non è stata una vittoria facile. Sono partito male e mi sentivo quasi stanco. Poi ad un certo punto, è scattato un click che mi ha permesso di svoltare e allora sono andato deciso. Il percorso? Per me una piacevole scoperta per bellezza e tecnica”. Il 2020 si è rivelato essere una stagione totalmente atipica. “Sono saltati gli obiettivi internazionali, ma ne ho approfittato per fare un’ottima base. In inverno mi sono allenato con la Nazionale di atletica e credo di aver progredito in modo importante”.

Verena Troi: “Una prova regolare dove evidentemente ho sbagliato meno delle mie avversarie. Sicuramnete è stata una gara dura. La mia condizione di forma in questo periodo è sempre rimasta buona e non ho mai tralasciato la parte tecnica”.

La bella sorpresa di Lukas Patscheider: “Ho preso vari minuti da Scalet che è sicuramente di un altro livello attualmente. Personalmente posso dirmi soddisfatto anche se non so ancora quali siano le mie caratteristiche. Mi piacciono le gare di resistenza e mi sento competitivo nelle Sprint”.

Irene Pozzebon: “L’infortunio al piede (frattura da stress durante il lockdown) è superato. Non ho ancora quella forza che serve per essere al top, ma il mio argento è un segnale importante”.

Onore a Kirchlechner, 3^, e altra grande favorita di oggi, così come a Tommaso Scalet a podio pure ieri. La gara si è svolta in una piacevole giornata di sole in un’area che l’Unione Sportiva Primiero aveva scelto per lo svolgimento della Primier-O Week 2021. Gli organizzatori hanno però deciso di mettere a disposizione la nuova mappa per permettere lo svolgimento dei Campionati Italiani.

Un fatto sottolineato pure dal Presidente Fiso, Sergio Anesi, intervenuto in entrambe le giornate. “I nostri atleti hanno dimostrato sul campo di essersi preparati con scrupolo e serietà, da veri professionisti. Il tutto è stato favorito dal bel tempo e da un ambiente unico. Volontari e dirigenti hanno dimostrato che un evento di questo livello si poteva fare. Voglio ricordare ai nostri tesserati che la FISO c’è e vuole garantire competizione di qualità. Non era facile riuscirci e voi di US Primiero e GS Pavione siete un esempio per le prossime organizzazioni”.

Roberto Pradel, Presidente della Comunità di Vale, e Luigi Zanetel, Presidente US Primiero hanno ringraziato il territorio per aver compreso l’ importanza dell’evento sostenendolo, a partire da Acsm, Apt e le realtà imprenditoriali locali.

Le prove sono state organizzate all’interno del protocollo Anticovid FISO che prevede il distanziamento sociale nelle zone di ritrovo, nelle arene di gara e alle premiazioni. L’uso della mascherina, sempre obbligatorio tranne in corsa, e la sanitarizzazione delle mani. Sono state premiate le sole categorie Elite in assenza di pubblico.

CLASSIFICA ME:

1 ME 01:21:16 Scalet Riccardo PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
2 ME 01:27:57 Patscheider Lukas PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
3 ME 01:28:08 Scalet Tommaso PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
4 ME 01:29:41 Inderst Sebastian PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
5 ME 01:30:31 Caraglio Michele AGOROSSO OR. S. ALESSANDRO
6 ME 01:31:12 Zagonel Giacomo U.S. PRIMIERO

CLASSIFICA WE:

1 WE 01:12:42 Troi Verena TERLANER ORIENTIERUNGSLAEUFER
2 WE 01:17:12 Pozzebon Irene POL. BESANESE
3 WE 01:19:04 Kirchlechner Christine SPORTCLUB MERAN
4 WE 01:21:46 Taufer Francesca U.S. PRIMIERO
5 WE 01:23:04 Ventura Alice U.S. LAVAZE’
6 WE 01:23:14 Pradel Anna U.S. PRIMIERO

M 20

1 M20 01:05:50 Mariani Francesco ORSA MAGGIORE
2 M20 01:06:06 Bettega Damiano G.S. PAVIONE
3 M20 01:10:24 Scopel Mattia FONZASO

W20

1 W20 01:04:53 Canova Nicol G.S. PAVIONE
2 W20 01:09:04 Chiusole Vera SPORTCLUB MERAN
3 W20 01:10:49 Dallera Caterina POL. PUNTO NORD



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136