Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pontedilegno Tonale, l’Ice Music Festival arricchisce la nuova stagione invernale. Gli eventi

mercoledì, 5 dicembre 2018

Milano – L’esibizione del violoncellista Giovanni Sollima è stata la cornice della presentazione di Ice Music – Concerti in Paradiso. bertSi tratta della novità della stagione invernale nel comprensorio Pontedilegno-Tonale, presentata al Teatro Litta di Milano, alla presenza di tutti i soggetti, tra Val di Sole e Valle Camonica, che hanno contribuito a far nascere un festival che rappresenta un inedito assoluto. Presenti Michele Bertolini, consigliere delegato del Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonale, Luciano Rizzi, presidente APT Val di Sole, Fabio Sacco, direttore APT, Graziano Pennacchio (BresciaTourism), Paola Pancher (Trentino Marketing), Carlo La Manna (Naturalmente Eventi) e Giovanni Busetto (Ambria Jazz). In questi giorni si va via via costruendo l’igloo in quota che ospiterà l’evento: un impegno che, complice le temperature non rigidissime, è stato anche notturno e per il quale è stata necessaria la produzione di 5mila metri cubi di neve.

presINVERNO 2018/2019: ICE MUSIC FESTIVAL
Una sala concerti da 200 posti ospiterà l’originalissimo ICE MUSIC FESTIVAL. Previsti quattro appuntamenti a settimana, spaziando dalla musica classica al rock, da Capodanno a fine marzo. Con strumenti rigorosamente di ghiaccio realizzati dall’artista americano Tim Linhart.

sollimaGià a raccontarlo ha dell’incredibile: un auditorium dentro un igloo collocato a 2600 metri di quota, all’interno di un ghiacciaio alpino, capace di ospitare 200 spettatori e un programma di oltre 50 concerti. Per di più realizzati con strumenti musicali rigorosamente ricavati da blocchi di ghiaccio. È la suggestiva idea alla base dell’ICE MUSIC FESTIVAL, l’appuntamento più originale dell’inverno 2018-2019 che il Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonale e l’Azienda per il Turismo della Val di Sole in collaborazione con Trentino Marketing hanno studiato per i turisti che sceglieranno il comprensorio per la propria settimana bianca.

L’esclusiva “concert hall” sorgerà alla base del Ghiacciaio Presena. Il progetto nasce dalla mente visionaria di un artista americano, Tim Linhart. Sarà lui a realizzare la struttura e dalle sue mani nascono 16 strumenti che verranno usati dai musicisti, tra i quali violino, viola, violoncello, mandolino, contrabbasso e percussioni. «Siamo felici di ospitare questo festival che non ha eguali nell’arco alpino» spiega Michele Bertolini, consigliere delegato del Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonale. «In questo modo offriremo una perla in più agli ospiti che sceglieranno il comprensorio per le loro settimane bianche. Questa vera e propria opera d’arte inoltre arricchirà il panorama già impareggiabile del Ghiacciaio Presena, con la sua vista su Adamello e Dolomiti di Brenta e sul gruppo Ortles-Cevedale».

SUONI CALDI E PROFONDI

I concerti saranno fruibili da sciatori e non, perché l’igloo è raggiungibile comodamente con la modernissima cabinovia che parte dal Passo Tonale. Da Capodanno a fine marzo, ogni settimana sono previsti quattro concerti, il giovedì e il sabato. A salire sul palco ogni giovedì sarà l’ICE MUSIC ORCHESTRA, una formazione di 6 artisti residenti, che proporranno al pubblico un repertorio che spazia dalla musica classica al folk, dal contemporaneo alle scritture originali. I concerti del sabato (cui si aggiungono due appuntamenti domenicali) sono caratterizzati invece dalla presenza di progetti musicali di valore, una serie di appuntamenti in cui si alternano vari linguaggi, dal jazz al pop, dal rock alla musica tradizionale.

«L’intera esperienza di Ice Music è ultraterrena» spiega Tim Linhart. «Salire su una montagna di notte è già abbastanza avventuroso. Entrare in una sala concerto all’interno di un igloo è come entrare in una discoteca in paradiso: l’orchestra di ghiaccio e le mura scintillano e risplendono, irradiando i fluidi colori dell’arcobaleno». E le sonorità garantite dagli strumenti di ghiaccio sono impareggiabili: «Il ghiaccio è un materiale acustico inaspettatamente diverso» prosegue l’artista. «Il termine “cristallino” è un’ottima descrizione del suono del ghiaccio: puro, trasparente e definito. Ciò che non ci si aspetta sono tutti i suoni profondi, armoniosi, delicati, caldi e intensi creati dal ghiaccio».

ICE MUSIC MENÙ

PRESSO IL RIFUGIO PASSO PARADISO

Dall’incontro tra la Lombardia e il Trentino nasce una ricchezza di sapori unica, espressione di un territorio dal carattere deciso. Le ricette della tradizione, talvolta riviste in chiave moderna, sono in grado di soddisfare chi è alla ricerca di sapori autentici e genuini. Lasciatevi sorprendere dall’Ice Music menu, che lo chef ha creato appositamente per questo speciale evento.

Antipasto

Carne salada trentina con fagioli

Primo piatto

Risotto al Casolet della Val di Sole e mele Golden della Val di Non oppure canederli al burro di malga

Secondo

Brasato al Marzemino Trentino con polenta

Dolce

Strudel di mele

Vino Teroldego Caffè

I CONCERTI DEL GIOVEDÌ

GENNAIO 3•10•17•24•31

FEBBRAIO 7•14•21•28

MARZO 7•14•21•28

ICE MUSIC ORCHESTRA

Da gennaio a fine marzo, tutti i giovedì, appuntamento con l’Ice Music Orchestra, formata dai musicisti della Piccola Orchestra Lumiere. Un programma da brivido, attraverso i grandi temi della musica classica da Vivaldi a Čajkovskij, con incursioni nella musica popolare e alcuni brani inediti e originali, appositamente creati per l’Ice Music Festival

I CONCERTI DEI WEEKEND

SABATO 5 GENNAIO 2019: THE BASTARD SONS OF DIONISO

Una delle rock band più apprezzate del panorama musicale italiano

SABATO 12 GENNAIO 2019: LORIS VESCOVO

Raffinato cantautore friulano vincitore della targa Tenco 2014

SABATO 19 GENNAIO 2019: MIRKO PEDROTTI

Uno dei giovani musicisti emergenti del jazz targato Italia

SABATO 26 GENNAIO 2019: ALBORADA STRING QUARTET

Quartetto d’archi tra i più noti in Italia, dalla classica al jazz contemporaneo

SABATO 2 FEBBRAIO 2019: CRISTINA DONÀ

Una delle voci più belle e originali della musica italiana

SABATO 9 FEBBRAIO 2019: PASQUALE MIRRA

Uno dei vibrafonisti più interessanti della scena jazz italiana e internazionale

DOMENICA 10 FEBBRAIO 2019: MAGNETIC STRINGS

Sodalizio artistico di strumenti a corda tra Italia e Giappone. World Music

SABATO 16 FEBBRAIO 2019: PATRIZIA LAQUIDARA

Una delle più interessanti proposte della musica italiana d’autore

SABATO 23 FEBBRAIO 2019: EMANUELE LAPIANA

Conosciuto anche come N.A.N.O., voce originale del mondo indie-pop-rock italiano

SABATO 2 MARZO 2019: ROBERTO TAUFIC

Dal Brasile uno dei migliori chitarristi e compositori della scena italiana

SABATO 9 MARZO 2019: RADIOTTANTA

Tutta la magia degli anni ’80 con la più amata cover band italiana

SABATO 16 MARZO 2019: ROLANDO BISCUOLA

Virtuoso meranese delle sei corde, uno dei più conosciuti interpreti del fingerstyle in Italia

DOMENICA 17 MARZO 2019: NAOMI BERRILL

Violoncellista e cantautrice irlandese di fama internazionale

SABATO 23 MARZO 2019: ALBERT HERA

Straordinario cantante jazz contemporaneo specializzato nel Circle- Singing

SABATO 30 MARZO 2019: ICE MUSIC PARTY

Kermesse musicali con i protagonisti dell’Ice Music Festival. Special Guest: il violoncellista e compositore siciliano Giovanni Sollima

COSTO BIGLIETTI:

> 20 € per il concerto

> 30 € (concerto + A/R cabinovia Paradiso)

> 50 € (concerto + cena)

> 60 € (concerto + A/R cabinovia Paradiso + cena in quota)

ORARI DEI CONCERTI:

> Giovedì: 15.00 e 16.30

> Sabato: 16.00 e 18.00

> Domenica: 15.00 e 16.30

UN GIOIELLO DUE REGIONI

A cavallo tra Lombardia e Trentino, il comprensorio Pontedilegno- Tonale è facilmente raggiungibile da molti grandi centri urbani. Un fattore che lo rende meta ideale per settimane bianche e blitz giornalieri. E molte novità migliorano il divertimento di chi scia.

Sciare non solo d’inverno: la località condivisa tra Lombardia e Trentino garantisce infatti la ghiotta opportunità di poter sciare anche in tardo autunno e in primavera inoltrata, grazie agli impianti del ghiacciaio Presena, a quota 3000 metri. Il Passo Tonale offre 28 moderni impianti a servizio di 100 chilometri di piste, che scendono fino ai 1120 metri di Temù passando per Ponte di Legno. Tutte le piste possono contare su abbondanti condizioni di innevamento naturale e un completo sistema di innevamento programmato. A completare l’offerta, al Passo Tonale uno snowpark con pista da skicross tra le più lunghe delle Alpi, con oltre 1000 metri di discesa da percorrere tutta d’un fiato tra salti, gobbe e paraboliche da brivido.

Tra le piste più belle ci sono senz’altro la Paradiso, una splendida “nera” con pendenza massima del 45% che scende dal ghiacciaio e che fa parte di una discesa non stop di 11 km che da cima Presena porta a Ponte di Legno: è una delle piste più lunghe d’Europa. Poi la pista “rossa” Alpino e le suggestive piste “Corno d’Aola” a Ponte di Legno e la “nera” di Temù, disegnate all’interno del bosco del Parco dell’Adamello. La località è particolarmente nota poi per la sua vita “by night”: numerosi sono infatti i disco pub dove trascorrere piacevoli momenti in compagnia, nonché i locali tipici per l’après ski, la suggestiva serata in allegria e musica dopo un’intensa giornata sulla neve.

TANTE OFFERTE PER AMPLIARE L’INVERNO

SKI OPENING (valida dal 10/12/2018 al 21/12/2018) Include 2 notti in hotel + 2 giorni di skipass Adamello Ski a partire da € 183,00.

SPECIALE NATALE (valida dal 21/12/2018 al 26/12/2018). Il pacchetto prevede il soggiorno di 5 notti in hotel o in appartamento + skipass Adamello Ski da 4 giorni a partire da € 488,00.

SPECIALE GENNAIO (valida dal 12/01/2019 al 20/01/2019). Il prezzo include 7 notti hotel o appartamento + 6 giorni di skipass Adamello Ski a partire da € 577,00.

SKIPASS & SCUOLA SCI (valida dal 26/01/2019 al 03/02/2019). Il prezzo include 7 notti in hotel o appartamento + skipass Adamello Ski da 6 giorni + scuola sci (a scelta tra corso collettivo/ski safari/lezioni individuali) a partire da € 669,00.

SNOW FEST (valida dal 02/02/2019 al 10/02/2019). La settimana Snow Fest, oltre al soggiorno di 7 notti in hotel o appartamento e allo skipass Adamello Ski da 6 giorni, vi farà sciare a ritmo di musica a partire da € 692,00.

SKIPASS & SCUOLA SCI (valida dal dal 16/03/2019 al 24/03/2019). Il prezzo include 7 notti in hotel o appartamento + skipass Adamello Ski da 6 giorni + scuola sci (a scelta tra corso collettivo/ski safari/lezioni individuali) a partire da € 661,00.

SNOW & SUN (valida dal 12/04/2019 al 01/05/2019). Il prezzo include 4 notti in hotel + skipass Adamello Ski da 3 giorni a partire da € 236,00.

PROMOZIONE BAMBINO: 0-8 ANNI SKIPASS GRATIS

Anche quest’anno è stata confermata la gratuità per il bambino fino a 8 anni di età (nato dopo il 30.11.2010) se accompagnato da un adulto che acquista uno skipass a prezzo di listino. Il bambino otterrà uno skipass gratis, dello stesso tipo e validità dello skipass acquistato dal famigliare adulto.

PIANO FAMIGLIA

Skipass stagionali: 2 adulti + 2 Baby/Junior, sconto del 50% sugli skipass Baby/Junior.

SCI BY NIGHT: 4 VOLTE A SETTIMANA

Quattro sere a settimana, lo sci prosegue anche dopo cena dalle 20.30 alle 23.

Ponte di Legno: dal 22 dicembre al 30 marzo, il mercoledì e sabato sulla pista Valbione.

Tonale: dal 12 dicembre, il martedì e giovedì sulla pista Valena.

NOVITÀ 2018-2019

UN LAGO ARTIFICIALE PER NEVE SEMPRE PERFETTA

Avere la possibilità di sciare su neve sempre perfetta è uno dei fattori chiave per il successo di una località sciistica. Per questo il comprensorio Pontedilegno- Tonale ha deciso di realizzare un’opera avveniristica: un grande bacino di accumulo d’acqua, con pochi eguali nell’arco alpino. In zona Valbiolo, un lago artificiale da 120.000 metri cubi permette un approvvigionamento idrico consistente e costante per i cannoni che potranno innevare meglio e in meno tempo le piste del Tonale.

Sarà inoltre ampliata la pista Valbiolo e riorganizzato lo snowpark, ingrandito con una nuova linea. Da evidenziare che il bacino artificiale assumerà una valenza turistica anche per il periodo estivo, dal momento che quell’area è meta di piacevolissime passeggiate.

A Ponte di Legno invece sono stati svolti lavori sulla pista Casola, già previsti con la sostituzione dell’impianto avvenuta ormai qualche stagione fa. La Casola nera è infatti stata allargata e questo inverno si presenta con una larghezza di 40 metri. Si tratta di una pista conosciuta e molto apprezzata dalle squadre nazionali, che negli anni scorsi l’hanno utilizzata per i loro allenamenti.

LA NUOVA APP

Sul sito www.pontedilegnotonale.com e presto anche nella nuova APP dedicata sarà possibile informarsi sulla situazione delle piste e su tutte le novità, promozioni ed eventi.

ADAMELLO PATRIA PER “L’ALTRO SCI”

Percorsi fuoripista, anelli per il fondo, impegnative pareti da scalare. Il comprensorio Pontedilegno-Tonale offre delle vere e proprie perle anche per chi non crede che l’inverno sia solo sinonimo di “sci da discesa”.

FREERIDE. NIENTE PISTE SOLO ADRENALINA

Si è ormai affermato come il vero sport invernale degli spiriti liberi. Di chi, cioè, non ama la strada già battuta da altri e preferisce costruire la propria strada nella neve seguendo l’istinto. Sempre più popolare soprattutto tra le nuove generazioni che riconoscono come saper sciare sulla neve fresca rappresenti la massima sfida per uno sciatore e la forma estrema di libertà. Ovviamente, come per molti sport invernali, improvvisare è non solo vietato ma anche molto pericoloso. I consigli di chi pratica freeride ad alto livello sono chiari, in tal senso: bisogna porre estrema attenzione sia al tipo di materiali utilizzati, sia alle dotazioni di sicurezza sia alla propria forma fisica. Accortezze essenziali per superare gli ostacoli che potrebbero comparire: sciare fuoripista è infatti molto più faticoso e impegnativo. E bisogna far molta attenzione anche alle indicazioni meteo che vengono fornite ogni giorno. Vento forte e sbalzi termici potrebbero modificare le condizioni del manto nevoso mentre improvvise nuvole basse possono ridurre la visibilità. Con le dovute accortezze però la disciplina è mozzafiato. E il comprensorio Pontedilegno-Tonale offre tre itinerari indimenticabili.

DISCESA DEL CANTIERE

(dislivello 1100 m)

È l’itinerario senza dubbio più noto. Dall’arrivo della nuova telecabina Presena, si supera la barriera che delimita la pista dal fuoripista e scendendo verso destra, ci si immette nella parte alta della Val Presena. Questa parte della valle è molto ampia e perciò la scelta del percorso è abbastanza libera. Dopo vari cambi di pendenza, alcuni abbastanza ripidi ed entusiasmanti, si giunge alla parte centrale dell’itinerario abbastanza pianeggiante: qui occorre lasciare scorrere gli sci se non si vuole spingere (o camminare) troppo. Giunti in prossimità della partenza dello skilift dismesso, si imbocca una stradella militare che, con una pendenza da pista blu, ci riporta verso il Tonale. Attenzione alla galleria che si trova a circa metà strada.

SGUALDRINA (dislivello 900 m)

Questa valle è un vero paradiso per il freeride. Negli anni ’70 i gestori del comprensorio avevano intuito il suo potenziale costruendo una seggiovia, ora chiusa da moltissimi anni, che da metà di questo fuoripista riportava gli appassionati al Passo Paradiso. Dal nuovo Rifugio Capanna Presena si passa dietro alla stazione intermedia della telecabina Presena e si scende nella vallata che si trova a destra della telecabina stessa (guardando verso monte). Pendio ampio con varie possibilità di percorso. Questo itinerario si collega al precedente poco prima della sezione pianeggiante.

MONTICELLO (dislivello 800 m)

Dal Passo Paradiso, si percorrono pochi metri della pista Paradiso per poi risalire subito il breve pendio sulla destra. Da qui, cercando di scegliere il percorso migliore, si scende nella remota conca che si trova a sud della Cresta del Monticello. Ci si ricollega agli itinerari precedenti all’inizio della stradella militare.

SCI ALPINISMO: SULLA CIMA VENEZIA LA REGINA DELLE SCALATE

Il ghiacciaio dell’Adamello è l’arena ideale per lo scialpinismo. I suoi monti costituiscono una sconfinata palestra a cielo aperto che permette un contatto profondo tra uomo e natura. Merito dei molti itinerari scialpinistici che il comprensorio offre: tra loro ce n’è uno, in particolare, che è considerato dagli esperti una delle più belle discese dell’intera Europa. È la salita a Cima Venezia (3.290 metri) attraverso il Passo della Vedretta, cui segue la “discesa del Pisgana”, una splendida volata a valle lunga 14 chilometri, con dislivello di 2.000 metri. L’escursione può essere affrontata in un solo giorno: da Passo Tonale (1883 metri) si sale sino al Passo Presena (3.000 m.) utilizzando le due moderne telecabine Paradiso e Presena. Si scende poi con facile sciata al rifugio Mandrone (2.449 m.). Di qui inizia il tratto in salita che conduce al Passo della Valletta (3.191 m.); con un ultimo sforzo si sale quindi in vetta al Monte Venezia (3.290 m.), da dove il panorama è superbo. Quindi via alla discesa, lungo la vedretta occidentale del Pisgana, un volo che per bellezza dei luoghi, lunghezza del percorso e dislivello, riserva allo scialpinista soddisfazioni indimenticabili. Parte di questo itinerario rientra nel percorso dell’Adamello Ski Raid, la gara di scialpinismo che appartiene al prestigioso circuito internazionale La Grande Course, in programma il 7 aprile 2019. Attenzione però: la pratica dello scialpinismo deve essere comunque “accompagnata” da prudenza e cautela. Per questo, prima di intraprendere un’escursione, è meglio rivolgersi alle Guide Alpine: oltre ad accompagnare spedizioni sci alpinistiche in sicurezza, forniscono infatti informazioni su dati tecnici, condizioni della neve, itinerari consigliati.

SCI NORDICO: L’AMICO DELLA SALUTE

Lo sci di fondo è un vero toccasana per la salute: apporta grandi benefici all’apparato cardiovascolare (anche maggiori dello sci di discesa), all’apparato muscolo-scheletrico (perché attiva un maggior numero di gruppi muscolari) ed è utilissimo per combattere lo stress. Potersi muovere nel freddo e in un contesto incontaminato in mezzo a boschi e prati innevati permette al cervello, sottoposto spesso a un eccessivo impegno, di rigenerarsi. Il comprensorio Pontedilegno-Tonale offre in questo senso l’ambiente ideale dove praticare questo sport, con 30 km di anelli distribuiti nei due centri di Ponte di Legno e Vermiglio. A Ponte di Legno, il Centro fondo Valsozzine propone 3 anelli da 2,5 km, 3 km e 5 km che si snodano lungo il torrente Narcanello, ai piedi del bosco. Il Centro fondo Vermiglio si trova nella pianeggiante area dei laghetti di San Leonardo; offre oltre 20 km di piste ed un tracciato fruibile anche in notturna.

OLTRE LO SCI: VIVERE LA MONTAGNA IN MODO ORIGINALE

Diversificare l’offerta per aumentare la fruibilità delle bellezze alpine: in questo modo si può soddisfare ogni tipo di clientela e di passione. Dal comprensorio Pontedilegno- Tonale sei opportunità originali e molto scenografiche

ALLA SCOPERTA DELLA MONTAGNA IN MOTOSLITTA

Le gite in motoslitta stanno diventando un appuntamento fisso per molti turisti durante la settimana bianca, magari dopo una bella giornata di sci oppure per gustare un modo alternativo di vivere la montagna e scoprire le sue bellezze. Nel comprensorio Pontedilegno-Tonale è prevista la possibilità di guidare le motoslitte in appositi circuiti. In alternativa si può prendere parte a gite organizzate che si concludono nel migliore dei modi: con cene tipiche nei più bei rifugi in quota.

VOLI TURISTICI IN ELICOTTERO

Regalati una visione diversa delle piste da sci e del comprensorio Pontedilegno-Tonale con il Tour in elicottero. La partenza è prevista dall’eliporto del Passo Tonale, il tour permette di godere di viste mozzafiato, ammirare paesaggi suggestivi e scattare incredibili foto, per scoprire dall’alto la meraviglia delle vette innevate. Un’esperienza elettrizzante.

SNOWKITE, SUGLI SCI IN AQUILONE

Farsi trasportare dal vento, su bianchi e soffici pendii, a quasi 2000 m di quota. Un sogno? No. È quello che si vive attraverso lo snowkite, un aquilone che permette di sciare su pianori, laghi ghiacciati e pendii montuosi, in pista e fuoripista usando sci o normali tavole da snowboard. Una disciplina mutuata dal kitesurf che si pratica al mare e che sta conquistando sempre più appassionati anno dopo anno. Ma in Italia si può sperimentare in un pugno di località. Passo Tonale è una di queste. La presenza di istruttori specializzati permette infatti di apprendere in tutta sicurezza la tecnica migliore per divertirsi minimizzando i rischi. Previsti corsi di avviamento, di perfezionamento per chi ha già provato questo sport e giornate di esplorazione Backcountry per i più esperti, tra salite e rapide discese sempre sfruttando la forza del vento, insostituibile e indispensabile compagno in questa emozionante avventura.

FAT BIKE: PAZZI PER LE DUE RUOTE ANCHE SOTTO ZERO

Il soprannome di “bici grassa” si può comprendere semplicemente osservando la grandezza dei suoi pneumatici: hanno infatti una sezione più larga che, grazie alla minor pressione, aumenta l’aderenza, permettendo così di muoversi agilmente su fondi morbidi e cedevoli, come la neve. Un alleato perfetto per chi non vuole abbandonare le due ruote nemmeno nella stagione invernale e per scoprire le bellezze naturali coperte di neve. Due piste riservate esclusivamente alle fat bike, lungo i pendii innevati del Passo Tonale attendono gli appassionati: qui i biker possono pedalare in tutta tranquillità e sperimentare un nuovo, divertente modo per vivere la neve. Le piste per le fat bike si trovano in zona Valbiolo e a fianco della pista Tonalina che dal Tonale scende fino alla fermata intermedia della cabinovia. Tecnobike e le Guide Freelance organizzano escursioni con guida, anche in notturna, e dispongono di un noleggio fat bike a pedalata assistita.

SCOPRIRE I PARCHI SULLE “CASPOLE”

Un’escursione con le racchette da neve è un’esperienza unica, che riporta chi la vive a un lontano passato, quando proprio con questi attrezzi di antica origine le genti di montagna si trasferivano in inverno da un luogo all’altro. Le ciaspole (che nel comprensorio vengono chiamate “caspole”) o racchette da neve sono utilizzate, sin da tempi lontani, dalle popolazioni residenti nella zona Artica: per muoversi sulla neve profonda, presente per lunghi mesi in quelle regioni, questi attrezzi costituiscono lo strumento più semplice e leggero. Le racchette da neve vengono calzate ai piedi mediante un attacco simile a quello impiegato sugli sci d’alpinismo e sono composte da un supporto in plastica a forma di ellisse (di varie grandezze a seconda del peso della persona che le calza) che permette di “galleggiare” sul manto nevoso; sono munite, inoltre, di ramponi d’acciaio per poter camminare in tutta sicurezza anche in presenza di ghiaccio. La Caspolada al Chiaro di Luna (PAG 19) è un evento suggestivo e amato da chiunque decida di vivere la vacanza nel Comprensorio in quella settimana di gennaio.

IL MAGICO RAPPORTO TRA UOMO E CANE

In giro per il mondo è ormai noto come “sleddog”. Letteralmente significa “slitta trainata da una muta di cani”. La normalità, almeno prima dell’avvento della motoslitta, per chi nei Paesi nordici doveva spostarsi per lunghe distanze. Oggi lo sleddog è essenzialmente uno sport. Ad importarlo in Italia è stato Armen Khatchikian, fondatore della Scuola Italiana Sleddog Huskyland del Passo Tonale. Uno dei più mitici “musher”, colui che conduce la slitta, cui sono attaccati cani (da un minimo di 8 a un massimo di 20) di razza Siberian Husky, Alaskan Malamute, samoiedo e groenlandese. Diventare “musher”, conduttore di slitte, per un giorno è possibile nel comprensorio Pontedilegno-Tonale dove la Scuola Italiana Sleddog offre la possibilità di effettuare uscite con le slitte trainate da cani siberiani. Anche i bambini a partire dai 10 anni di età possono dedicarsi a questo sport che può insegnare loro molte cose sugli animali, sulla natura, sul rapporto dell’uomo con il mondo selvaggio. Lo sleddog rappresenta un modo diverso di vivere la neve in perfetta sintonia con il migliore amico dell’uomo.

PONTE DI LEGNO CAPITALE DEL RELAX

Un progetto avveniristico per Ponte di Legno: un centro termale wellness ispirato al mondo dei ghiacci. Nel frattempo il benessere passa dalle spa di hotel e rifugi in quota.

Acqua, luce, benessere per allietare ancora di più il soggiorno di chi sceglierà il comprensorio Pontedilegno-Tonale. Accanto allo sci e agli altri sport invernali, arriverà un innovativo centro termale wellness. I lavori partiranno in primavera, forti di un investimento di 24 milioni da parte della SIT (Società Impianti Turistici) che si è aggiudicata il bando indetto dal Comune. Il complesso – già presentato nella prestigiosa cornice della Triennale di Milano – sorgerà in piazzale Europa, nei pressi del centro storico e delle piste da sci di Ponte di Legno e sarà firmato da Archea Associati, studio fiorentino attivo in tutto il mondo e autore di celebri architetture che hanno saputo coniugare design contemporaneo e valorizzazione del paesaggio nel rispetto del contesto urbano, naturale o della tradizione storico-culturale di riferimento.

«Dopo gli importanti investimenti fatti negli ultimi 10 anni nel settore degli impianti di risalita, adesso è giunto il momento di implementare i servizi, con particolare attenzione al settore del wellbeing» spiega Mario Bezzi, presidente della SIT e del Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonale – «Il progetto, firmato dall’architetto Marco Casamonti, rispetta l’identità del nostro territorio puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne». L’architetto si è infatti ispirato ai ghiacci per ideare il centro wellness. Per la precisione: ai crepacci che si trovano sui ghiacciai. Le vasche delle piscine infatti sono adagiate sul fondo di pareti alte trenta metri. «Sarà un edificio molto elegante – prosegue Mario Bezzi – che completerà l’offerta turistica del comprensorio Pontedilegno-Tonale attraverso una esperienza di svago e di tempo libero, come alternativa e completamento dell’attività sciistica».

Il complesso si inserirà come una naturale estensione della piazza urbana, dalla quale è sempre possibile vedere la corona delle montagne che si specchieranno nella facciata del futuro complesso termale. L’operazione voluta dal Comune consente in questo modo di recuperare spazi centrali alla vita della città e di incrementare l’offerta turistica.

IL RIFUGIO-SPA CHE FA SOGNARE GLI SCIATORI

Quasi un lavoratore ogni cinque in Europa (18%) si sente stressato ogni giorno. Un dato cresciuto di 5 punti percentuali in appena un anno. E gli italiani sono perfettamente in linea con il resto del continente. I risultati dell’analisi svolta da ADP, leader mondiale nella gestione delle risorse umane, spiega benissimo un altro trend: quello che spinge le persone, quando sono in vacanza, a cercare esperienze che permettano di abbassare i livelli di stress fisico e mentale. In questo senso la montagna d’inverno aiuta non poco a scaricarsi. Ma gli sciatori sempre meno si accontentano solo di belle piste su cui sciare. I comfort complementari stanno assumendo sempre maggiore importanza nella scelta di una località. Trovare ad esempio un rifugio su una vetta alpina e scoprire che al suo interno contiene, oltre a un ristorante gourmet con ingredienti rigorosamente locali, anche poche esclusive stanze in materiali naturali e soprattutto una Spa con vista sulle montagne innevate, è una sorpresa che pochi dimenticheranno.

Il paradiso a 2753 metri

Uno dei più spettacolari esempi di questa tendenza sorge sul Ghiacciaio Presena a 2753 metri: la Capanna Presena, collocata in prossimità della stazione intermedia della cabinovia omonima. Al suo interno, otto camere arredate in stile alpine chic e un centro benessere e un panorama mozzafiato davvero unico al mondo, che si può ammirare stando immersi nelle calde acque nell’idromassaggio o all’interno della sauna. Tutto quanto occorre per un’esperienza paradisiaca: poter parcheggiare gli sci a bordo pista alla chiusura degli impianti, ritemprarsi grazie al calore della Spa, cenare piacevolmente. E la mattina dopo, essere i primi a infilare di nuovo scarponi e sci per provare piste ancora vergini. Dopo aver mirato, magari, il sorgere dell’alba.

AUTO & NEVE LA SICUREZZA S’IMPARA

Al Tonale, una pista d’atterraggio dell’altiporto si trasforma ogni inverno in un circuito ideale per corsi di guida sicura. Utilissimi per ridurre gli incidenti in caso di condizioni meteo avverse ma ancora troppo sottovalutati

Pioggia battente, neve, grandine, magari associate a vento forte. I fattori meteorologici sono un indubbio pericolo per chi li incontra mentre è alla guida. Secondo l’ultimo rapporto sugli incidenti stradali stilato da Istat e Aci su dati 2017, il 5% degli incidenti stradali in città è causato dalla presenza di eventi meteo avversi, a partire da neve e nebbia. E il tasso cresce all’8,6% nelle strade extraurbane, con un indice di mortalità che, in caso di maltempo, aumenta nelle ore di punta degli spostamenti casa-lavoro e nel rientro serale. Ma spesso gli incidenti per meteo avverso potrebbero essere evitati se il guidatore sapesse cosa è meglio fare quando si incontra un fondo innevato o c’è il rischio di lastre di ghiaccio. Eppure solo una minima parte dei patentati ha seguito corsi di guida sicura. Una lacuna tanto più pericolosa per chi percorre strade di montagna. Ecco perchè al Tonale da anni esiste una rinomata scuola di guida sicura che offre corsi ai turisti e, più in generale, a chi ha a cuore la sicurezza propria e altrui. Teatro delle lezioni è la pista di atterraggio dell’altiporto del Tonale che, quando è innevata, si trasforma in un circuito lungo 850 metri, perfetto per questo tipo di iniziative e frequentato anche da piloti professionisti in allenamento. «I vari corsi che si tengono nei circuiti, che a mio avviso dovrebbero diventare obbligatori per i neo patentati, sono importanti perché ti offrono la possibilità di capire come ci si deve comportare, in questo caso, sulle strade innevate» spiega Ottorino Menici, istruttore e titolare della scuola del Tonale. Due le parti nelle quali si divide il corso: una teorica per affrontare i principi base delle leggi fisiche, rivelare i segreti degli pneumatici moderni e spiegare i concetti di frenata, sottosterzo, sovrasterzo. Poi si passa alla parte pratica nella quale gli allievi in pista possono capire, volante alla mano, come evitare i comuni errori che si è portati a fare quando non si ha una preparazione adeguata per la guida in condizioni meteorologiche critiche. «Ai nostri “studenti” ricordiamo sempre quanto sia cruciale moderare la velocità anche se l’asfalto non è innevato» spiega Menici. «Durante l’inverno o in giornate di freddo intenso si può sempre incappare in una lastra di ghiaccio. Altro aspetto essenziale da sottolineare: per evitare incidenti gli pneumatici debbono essere in condizioni perfette e ogni due anni vanno sostituiti».

ANCHE PIRELLI SCEGLIE IL TONALE PER I SUOI TEST

Anche un leader del settore come Pirelli ha deciso di utilizzare il circuito dell’altiporto del Tonale per i test invernali sui propri pneumatici. L’aviosuperficie è infatti sufficientemente ampia e posizionata ad una quota adeguata per garantire condizioni meteorologiche favorevoli per questo tipo di prove. L’azienda si è aggiudicata la sub-concessione dell’aviosuperficie fino al 2021. «Poter disporre di una struttura vicino al centro di ricerca della Bicocca a Milano ci permette di progredire più velocemente nello sviluppo» spiega Andrea Vergani, responsabile testing di Pirelli Tyre. «Qui possiamo condurre i test sperimentali a seguito del lavoro dei nostri reparti di ricerca e sviluppo, possiamo effettuare prove tecniche su superfici innevate e ghiacciate ma anche corsi di guida sicura in condizioni di bassa aderenza e attività sul campo in collaborazione con riviste del settore automotive» aggiunge Vergani.

LE 5 REGOLE DI GUIDA SICURA SULLA NEVE

1 Dotarsi di pneumatici da neve e verificarne periodicamente pressione e usura.

2 Controllare le condizioni del proprio veicolo e conoscerne le caratteristiche.

3 Limitare gli spostamenti in condizioni critiche finché le strade non vengono pulite.

4 Guidare in modo dolce e lineare: mantenere i giri bassi del motore aumenta l’aderenza degli pneumatici.

5 Anticipare le traiettorie: iniziare a impostarle per tempo perchè l’auto tenderà ad ampliarle

in presenza di ghiaccio o neve

LA MONTAGNA AMICA DELLE FAMIGLIE

Il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha messo a punto un fitto sistema di servizi per venire incontro alle esigenze dei genitori con bimbi piccoli. Un modo per garantire un supporto ai nuclei familiari che troppe aree turistiche sottovalutano.

Il comprensorio Pontedilegno-Tonale ha deciso di andare incontro a tutte le necessità delle famiglie in vacanza: a Temù è in funzione un asilo nido – “I pulcini” – che accoglie bambini da 12 mesi a 3 anni di età offrendo servizi integrativi pensati per garantire una maggiore flessibilità e una frequenza diversificata per accogliere le esigenze di genitori e prole. Nell’asilo nido è infatti possibile lasciare i bimbi per poche ore, per tutto il giorno o per tutta la settimana, anche solo in modalità part time, mattutina o pomeridiana. Sono inoltre previsti pacchetti da 10 ingressi. Per prenotare il posto sono sufficienti 48 ore di preavviso. I bambini possono così trascorrere momenti sereni in un ambiente allegro e sicuro, affidati a personale qualificato, mentre i genitori possono ritagliarsi qualche ora di meritata tranquillità da destinare allo sci o agli altri numerosi sport praticabili nel comprensorio Pontedilegno-Tonale.

FANTASKI: MINICLUB E BABYSITTING A BORDO PISTA

Anche quest’anno al Tonale sarà presente il coloratissimo Fantaski, un’area dedicata ai bambini con gonfiabili, bob e snowbike. L’iniziativa, che ha già riscosso grande successo nelle passate stagioni invernali, fornisce importanti servizi per la famiglia ritagliati sulle esigenze delle diverse fasce d’età dei piccoli ospiti. Per i bambini dai 5 anni in su, è attivo il servizio miniclub che prevede un programma di attività molto divertenti e dinamiche in compagnia dello staff di animatori. Per i bimbi più piccoli, dai 2 anni di età, che sono quindi bisognosi di maggiori attenzioni, è invece previsto un servizio di baby sitting. Per loro il parco dispone anche di un’accogliente casetta in legno riscaldata, dove in compagnia delle animatrici potranno trascorrere ore piacevoli tra giochi e lettura di fiabe, senza escludere, nelle giornate di bel tempo, l’accesso ai giochi gonfiabili e in generale al parco esterno. Entrambi i servizi consentiranno di lasciare i bambini in mani sicure ed in un ambiente protetto e controllato, per potersi godere una bella sciata in assoluta libertà.

FUN KIDS: IL DIVERTIMENTO E’ ANCHE APRES SKI

Animazione per i bambini, tutto l’inverno, due sere a settimana, in apposite “serate fun kids”: il giovedì a Ponte di Legno al campo scuola Cida dal 27 dicembre al 21 marzo alle ore 17.30 e al Tonale il mercoledì al tapis roulant Tubbo dal 2 gennaio al 20 marzo 2019 alle ore 17.30. Ad attendere i piccoli ospiti musica e animazione sulle piste, merenda con cioccolata calda e frittelle, truccabimbi, simpatiche gare di sci e baby fiaccolata con protagonisti i bambini, grazie a coloratissime fiaccole elettriche.

FAMILY LUNA PARK

Pomeriggi in allegria, con tanti giochi e attività didattiche ad ingresso libero per tutti i bambini dai 3 ai 12 anni. Passo Tonale: il martedì dalle 16.30 alle 18.30 nella sala Presanella. Ponte di Legno: il venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in piazza XXVII Settembre.

LA GUERRA BIANCA NELLA PANCIA DELLA MONTAGNA

Una galleria a quasi 2600 metri permette di scoprire il dramma dei soldati al fronte nella 1ª guerra mondiale. Un suggestivo allestimento multimediale fa immergere il visitatore in un’esperienza profonda e indimenticabile. Una galleria a 2585 metri di altezza, illuminata in modo suggestivo ed evocativo, che diventa un tributo al dramma della Grande Guerra, conclusasi esattamente 100 anni fa. All’epoca era una lunga caverna scavata nel granito dai militari italiani che serviva come precario ricovero e riparo dall’assedio di gelo, tormente di neve e pallottole che aspettava i soldati al fronte. Oggi è uno scenografico strumento di divulgazione didattica e un’occasione per ricordare il loro sacrificio. Ma anche un modo che consente a una località turistica alpina di diversificare la propria offerta turistica, ampliando la platea di pubblico.

UN TUFFO DENTRO LA STORIA

La Galleria Paradiso è raggiungibile in cabinovia ed è posta a cavallo del passo omonimo, sulla linea di quel confine aspramente conteso dagli eserciti austro-ungarico e italiano nei lunghi anni di guerra. Ora ospita un allestimento multimediale dal titolo “Suoni e voci della Guerra Bianca” con l’esposizione di una selezione di reperti bellici e con notizie sintetiche sugli avvenimenti militari e sulle condizioni di vita dei soldati sul fronte dei ghiacciai. «Sulle nostre montagne – spiega lo storico Felice Longhi, curatore del progetto – sono state scritte pagine importanti della Prima guerra mondiale, conosciuta come Guerra Bianca, che quassù a oltre 3000 metri di quota ha presentato problematiche completamente diverse rispetto alle altre zone del fronte. Una su tutte: le temperature particolarmente rigide. Ancora oggi sulle vette sono visibili numerose testimonianze: forti e villaggi militari, trincee, gallerie e persino un cannone, il famoso “ippopotamo”, raggiungibile d’inverno con gli sci d’alpinismo».

VOCI E SUONI DAL PASSATO

A completare l’allestimento della Galleria Paradiso, un’installazione sonora che fonde in una suggestiva trama musicale i suoni e le voci della guerra. Frammentari e ovattati come dovevano essere percepiti dai soldati rintanati nella galleria: echi di combattimenti ed esplosioni, lamento di feriti, voci di profughi, ma anche momenti di allegria e cameratismo fra i soldati. All’esterno, nella zona circostante, è inoltre possibile visitare un percorso escursionistico didattico alla scoperta dell’area fortificata dei Monticelli, cardine del sistema austriaco di difesa del Tonale.

DOVE SI TROVA

La Galleria Paradiso si trova a 50 metri dall’arrivo della cabinovia che dal Passo Tonale sale al Passo Paradiso. È ampia, illuminata e accessibile a tutti, purché muniti di abbigliamento e calzature adeguate. Una scala conduce a una seconda galleria della Prima guerra mondiale che permetteva di controllare il Tonale.

IL MUSEO DELLA GUERRA BIANCA DI VERMIGLIO

Un museo della guerra a Vermiglio: la tragica storia degli anni del primo conflitto mondiale sui monti della Val di Sole raccontata alle nuove generazioni attraverso i segni e le memorie.

LA GRANDE GUERRA IN LOMBARDIA

Testimonianze, oggetti e cimeli della Guerra Bianca in Adamello sono raccolti nel Museo della Guerra Bianca di Temù. L’esposizione permanente di Temù del Museo della Guerra Bianca è visitabile in apertura ordinaria (negli orari programmati), oppure, preferibilmente per gruppi organizzati e scolaresche, in apertura straordinaria (su prenotazione).

UN COMPLESSO SISTEMA DI FORTIFICAZIONI

Chi è appassionato di storia e dei luoghi in cui si è combattuta la Grande Guerra nei territori dolomitici, non troverà solo la Galleria Paradiso. Nel comprensorio Pontedilegno-Tonale infatti ci sono molte altre fortificazioni trasformate in luogo di visita, anche d’inverno. Tra queste, assai suggestivo è il Forte Strino, esempio della prima generazione di opere costruite nel 1860-61 ai confini occidentali del Trentino, con carattere di sbarramento stradale a guardia delle vie di comunicazione. La struttura è stata “riscoperta” nel 1995 e sottoposta a un’attenta attività di recupero. Un elegante allestimento, meta di visita di decine di migliaia di turisti nell’arco dell’anno, si accosta con discrezione agli ambienti carichi di fascino del forte, immerso in uno scenario paesaggistico di grande bellezza. Costruito su un’altura a 1538 m di quota, per chi viene dal Tonale ha l’aspetto di un blocco cilindrico compatto, come una bassa torre di guardia, cui venne assegnato il compito di controllo del transito lungo la moderna carrozzabile Milano-Vienna, aperta proprio in quegli anni. Per difenderne il fianco sinistro nel 1898-1900 venne costruito poco a valle il Forte Velon, al quale fu collegato nel 1906 con una scalinata coperta. Come gli altri forti, era attrezzato per una completa autosufficienza: generatore di corrente, infermeria, loculi per la sepoltura provvisoria dei caduti, forno per il pane, telefono, segnalatore ottico e acqua potabile.

EVENTI 2018-2019

Un calendario fitto di iniziative per fidelizzare gli ospiti che scelgono il comprensorio Pontedilegno-Tonale. Le proposte spaziano a 360°: escursioni per ammirare l’alba in quota, mercatini di Natale, percorsi enogastronomici, gare ufficiali di sport invernali, eventi musicali.

8 DICEMBRE – WINTER OPENING PARTY – ICE MUSIC EDITION

La festa che apre la stagione invernale è come sempre in piazza XXVII Settembre, nel cuore dell’isola pedonale. La serata prenderà il via alle 17.30 e sarà presentata dal duo di The Flight: Fabrizio Ferrari e La Zac di RTL 102.5, con dj set di Massimo Alberti. Special Guest: Giovanni Sollima in concerto con il famoso violoncello di ghiaccio, che introdurrà l’Ice Music Festival.

FIACCOLATE DI CAPODANNO

Come ogni anno tornano le tradizionali fiaccolate organizzate in collaborazione con i Comuni di Temù, Ponte di Legno e Vermiglio, con il prezioso contributo delle scuole di sci, che trasformeranno in un caleidoscopio di luci e colori le piste del comprensorio. E dopo l’emozionante discesa, tutti con il naso all’insù per l’immancabile spettacolo pirotecnico in attesa di festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno.

28 dicembre 2018 a Temù- pista Temù – animazione con dj e spettacolo pirotecnico

30 dicembre 2018 al Passo Tonale  – pista Alpe Alta – musica e vin brulè

31 dicembre 2018 a Ponte di Legno – pista Corno d’Aola – a seguire spettacolo pirotecnico

4 gennaio 2019 al Passo Tonale – Pista Paradiso – musica e vin brulè

I TABIA’ DE NADAL (MERCATINI DI NATALE), dal 29 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019 a Temù

Tradizionali mercatini di Natale inseriti negli angoli più suggestivi del centro storico, con l’immancabile vin brulé, degustazioni dei prodotti tipici del territorio, musica, intrattenimento e area dedicata ai bambini. Si potranno trovare i prodotti tipici del Natale: dai dolci agli addobbi, dai biscotti alle piccole idee regalo, dalle bambole in pezza alle candele, dalle statue di legno agli oggetti in vetro e ceramica.

ALBA IN QUOTA / TRENTINO SKI SUNRISE

L’emozione di assaporare l’alba in alta quota, la magia dei primi raggi di sole che illuminano di calde sfumature i cristalli di neve, la discesa adrenalinica sulle piste immacolate… La giornata inizia di buon’ora grazie all’apertura anticipata degli impianti di risalita per raggiungere il rifugio dove ci aspetta una gustosa colazione a base dei prodotti tipici locali, dolci e salati, sulle note musicali di un concerto live. Dopo avere ammirato insieme il sorgere del sole, potremo affrontare le piste immacolate in compagnia dei maestri di sci, per poi continuare la giornata nella skiarea Pontedilegno-Tonale.

- venerdì 4 gennaio 2019 Corno d’Aola (Ponte di Legno);

- mercoledì 6 febbraio 2019 ghiacciaio Presena;

- sabato 9 marzo 2019 ghiacciaio Presena.

CASPOLADA AL CHIARO DI LUNA, 19 gennaio 2019 a Vezza d’Oglio

Il chiarore quasi magico della luna, il calore emanato dalle numerose fiaccole e falò lungo tutto il percorso, il silenzio maestoso della montagna rotto a tratti dal vociare festoso della gente, gli scenari suggestivi che si aprono ad ogni passo fanno di questo evento un’esperienza da non perdere e un appuntamento denso di forti emozioni. 19^ edizione.

WINTER DOWNHILL, 9 marzo 2019

Gara nazionale di downhill sulla neve in notturna per mtb e fat bike. 7^ edizione della singolare gara in notturna di mountain bike, specialità downhill: un suggestivo mix di agonismo e goliardia. I biker dovranno sfoggiare le loro doti di equilibrio tra le porte di slalom gigante fino all’arrivo nel minor tempo possibioe tra appoggi, paraboliche e jumps di neve. www.valdisolebikeland.com/it/la-winter-bike-downhill

IL GIRO DEGLI INVOLT, sabato 9 marzo 2019 a Temù

Un gustosissimo percorso gastronomico lungo le suggestive vie del centro storico di Temù. E’ il giro dsegli involt, con la presenza di artisti di strada che intratterranno il pubblico con musica folkloristica itinerante. Sarà l’occasione per rivivere “I mistèr de na ölta” (i mestieri di una volta): lungo tutto il percorso verrà proposta la dimostrazione degli antichi mestieri, che un tempo rappresentavano la quotidianità della gente di montagna.

ADAMELLO SKI RAID, 7 aprile 2019

Uno degli appuntamenti più attesi nel circuito internazionale dello scialpinismo: i migliori atleti di questa disciplina si confrontano su un percorso di 45 km con un dislivello positivo di 4200 metri in salita e 4500 metri in discesa che li porterà sui luoghi più belli per lo scialpinismo, luoghi che custodiscono la memoria della Guerra Bianca: la vedretta del Mandrone, il cannone di Cresta Croce, il Monte Adamello. http://www.adamelloskiraid.com/



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136