Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Riva del Garda, “La piscina riapra”

martedì, 24 novembre 2020

Quando:
2 dicembre 2020@15:55–16:55 Europe/Rome Fuso orario
2020-12-02T15:55:00+01:00
2020-12-02T16:55:00+01:00

L’assessore allo sport, eventi e manifestazioni Silvio Salizzoni ha caldeggiato la riapertura della piscina comunale per gli allenamenti per le gare di interesse nazionale.

 

«L’affidamento in house ad Apm della gestione del servizio pubblico locale -spiega l’assessore- istituito dal Comune di Riva del Garda relativamente alla piscina comunale coperta “Enrico Meroni”, è finalizzato a promuovere lo sviluppo dell’attività natatoria sotto il profilo sportivo-sociale e l’attività didattico-formativa dell’utenza quale soddisfacimento dell’interesse pubblico alla diffusione e alla promozione del nuoto. L’amministrazione comunale, oggi più che mai, sente la necessità di dare risposte alla cittadinanza e crede fortemente che l’apertura della piscina non sia più derogabile, auspicando la ripresa delle attività il giorno giovedì 26 novembre».
A questo proposito l’assessore ricorda che il dpcm del 3 novembre (che supera quello del 24 ottobre) prevede la chiusura delle piscine fino al 3 dicembre, fatti salvi però gli allenamenti di atleti per gare e manifestazioni di interesse nazionale.

«Siamo in possesso degli elenchi degli atleti iscritti a questo genere di eventi sportivi -dice l’assessore Salizzoni- e quindi è dovere di questa amministrazione e della società di gestione, secondo le linee di indirizzo firmate nello schema di contratto di servizio, favorire l’imminente apertura dell’impianto sportivo per queste categorie».

«Siamo coscienti che a seguito delle restrizione d’uso dell’impianto ci saranno meno introiti per la società di gestione -conclude l’assessore- e quindi l’impegno economico del Comune sarà maggiore, ma giustificato per la promozione dello sport e dell’associazionismo sportivo in questo momento così delicato per gli atleti e per le loro famiglie»



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136