Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Riva del Garda, agevolazione Imis covid-19: esenzione e scadenza prorogata

lunedì, 26 ottobre 2020

Quando:
30 ottobre 2020@21:25–22:25 Europe/Rome Fuso orario
2020-10-30T21:25:00+01:00
2020-10-30T22:25:00+01:00

Segnala Gestel che è prorogata al 31 ottobre la scadenza entro la quale presentare la comunicazione con cui beneficiare della nuova agevolazione Imis, che è stata inoltre modificata.

GestEL srl, società che gestisce le entrate dei Comuni del Basso Sarca, di Mori e di Fiavè, informa che la legge provinciale 22 ottobre 2020, n. 10, sopprimendo nella legge provinciale 14/2014 Imis (Imposta immobiliare) la lettera b bis) dell’art. 7, comma 3 e creando l’art. 14 bis) ha aumentato la riduzione prima prevista dalla legge provinciale 6 agosto 2020 (50%) fino alla completa esenzione. I fabbricati interessati dalla nuova esenzione sono quelli di seguito indicati, fermo restando, come in precedenza, che per usufruirne deve esserci coincidenza fra proprietario e gestore, fatti salvi i casi previsti dalle lettere b) e d):

a) fabbricati rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze;

b) fabbricati iscritti in qualsiasi categoria del catasto urbano che sono destinati a stabilimento lacuale, fluviale o termale;

c) agriturismo, struttura ricettiva all’aperto, ostello per la gioventù, rifugio alpino ed escursionistico, affittacamere, casa e appartamento per vacanze, Bed and breakfast;

d) fabbricati rientranti nella categoria catasta D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

e) fabbricati rientranti nella categoria catasta D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli;

f) fabbricati rientranti in qualsiasi categoria catastale destinati a discoteche, sale da ballo, night club e simili;

g) fabbricati iscritti in qualsiasi categoria del catasto urbano destinati a esercizio rurale, casa per ferie e albergo diffuso.

 

Per chi ha già presentato la comunicazione entro il 30 settembre 2020, secondo quanto allora previsto, non occorre fare nulla e l’esenzione sarà applicata in modo automatico. Per chi invece o non l’aveva ancora presentata ovvero rientra nelle nuove previsioni, il termine per la richiesta è ora stabilito al 31 ottobre 2020. GestEL ricorda inoltre che il termine previsto ha natura prescrittiva e che quindi comunicazioni pervenute oltre tale data non potranno essere considerate.

 

Per la comunicazione si può utilizzando un modello predisposto da Gestel, scaricabile in formato pdf editabile sul sito web www.gestelsrl.it, allegando una fotocopia di un documento d’identità e spedendo il tutto all’indirizzo pec pec@pec.gestelsrl.it o all’indirizzo email info@gestelsrl.it.

 

È anche possibile presentarsi di persona, agli sportelli di Arco (in via Santa Caterina 80, tel. 0464 586801), di Mori (in via Scuole 2, tel. 0464 916284-280) e di Fiavè (in via San Zeno 14, tel. 0465 700140). In linea con le norme di comportamento contro il contagio di covid-19 è preferibile fissare un appuntamento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136