Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Boario Terme: speciale serata con in dono un “Fiore di Latta” di Gherardo Frassa

mercoledì, 9 ottobre 2019

Darfo Boario Terme – La mostra su Gherardo Frassa coinvolge giovani e meno giovani, camuni e non e in questi primi giorni di apertura ha catturato l’attenzione di tantissime persone. “Tener a mente Gherardo Frassa” è il titolo della rassegna allestita (nelle foto) fino a domenica 13 ottobre presso il centro Congressi di Boario Terme (Brescia). 

L’EVENTO DI VENERDI’ 11 - Tra gli eventi in programma spicca quello di venerdì 11 ottobre dal titolo dal “Fiore di latta” al “Fior di latte”. Infatti dalle 18.30 alle 22 a tutti i visitatori sarà consegnato un biglietto numerato e al termine della serata ci sarà l’estrazione con la consegna al vincitore di un “Fiore di latta”, ossia una delle opere di Gherardo Frassa. “E’ un omaggio al grande artista camuno che ha lasciato un segno profondo con le sue opere”, commenta Loretta Tabarini, organizzatrice con il fratello Romano Frassa e la Frassa Associati della mostra.

Nella medesima serata ci sarà un’altra opera, più gustosa: “Un fior di latte”, un gelato ideato da Pietro del “Gelatissimo” di Boario.  Tutti i visitatori della serata di venerdì potranno assaggiare gratuitamente il gelato ideato da Pietro del “Gelatissimo” per l’evento. Un trait d’union dal “Fiore di latta” al “Fior di latte”.

LA MOSTRA - La mostra è dedicata a Gherardo Frassa, artigiano, artista, collezionista, designer, creatore di mode, queste alcune delle espressioni che descrivono l’artista, camuno di nascita e cosmopolita d’adozione scomparso prematuramente nel 2014. “Qui a Boario Terme  – spiega l’architetto Franco Scarpella – sono esposte le principali e migliori opere di Gherardo. La sua collezione è custodita a Milano ed eccezionalmente è stato possibile allestire la mostra in Valle Camonica”.

E’ una raccolta delle tracce più significative dei lavori di Gherardo Frassa: dai disegni di Forattini ai “cimeli” della mostra “Mai dire Mao-servire il pop”, la rassegna dedicata alla icona universale di una cultura popolare che a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso diventò cultura pop. Poi le opere con i dialoghi tra l’artista camuno e l’avanguardia intellettuale della seconda parte del Novecento e dei primi anni del nuovo Millennio: Cerri, Forattini, Altan, Carra, Tadini, Daverio, Branzi, Chiambretti, offrendo un prezioso contributo alla realizzazione di eventi a Pitti Immagine, Pirelli Progetto Bicocca e collaborando con Bulgari, Vogue, Mont Blanc, per citare solo i più noti.

APERTURA - Il pubblico  che ha visitato la rassegna è rimasto estasiato delle opere realizzata da Gherardo Frassa. La mostra – a ingresso libero – sarà visitabile fino a domenica 13 ottobre presso Palazzo Congressi a Boario Terme con i seguenti orari: oggi – 9 ottobre – e domani  dalle 9 alle 12.30; venerdì 11 ottobre dalle 18.30 alle 22.30: sabato 12 e domenica 13 ottobre dalle 10 alle 22.30.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136