Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


St. Jean di Fassa: viola il lockdown per spaccio, denunciato

venerdì, 20 novembre 2020

St. Jean di Fassa – Viola il lockdown per spaccio, denunciato dai carabinieri di St. Jean di Fassa (Trento). I controlli eseguiti dalla Compagnia Carabinieri di Cavalese, sull’osservanza delle disposizioni per il contenimento della diffusione epidemica da Covid-19, confermano il sostanziale rispetto delle regole da parte della popolazione, infatti a eccezione di qualche sporadico caso, la cittadinanza sta dimostrando piena collaborazione e rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità.

controlli notte carabinieriTra le eccezioni, un 25enne giovane della Val di Fassa, che nella tarda serata di ieri, è caduto nella rete dei controlli ed è stato fermato lungo la statale 48, a bordo della propria auto, dai militari della Stazione di St Jean di Fassa.

All’atto della verifica, non è stato in grado di fornire una valida giustificazione circa la sua presenza in strada, nonostante il divieto di circolazione dopo le 22, ma soprattutto si è mostrato particolarmente teso, tanto da insospettire i carabinieri, che hanno deciso di perquisire il veicolo rinvenendo un grinder (adibito alla miscelazione della marijuana con il tabacco).

Nel corso della successiva perquisizione, estesa all’abitazione del ragazzo, sono stati recuperati 18 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e la somma di 240 euro, verosimile provento dell’attività di spaccio.

Tutto è stato posto sotto sequestro e il giovane denunciato alla Procura della Repubblica di Trento, per detenzione al fine spaccio di sostanze stupefacenti, oltre a una sanzione per l’inosservanza delle disposizioni anti-Covid.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136