Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Scippo ad anziana e droga in stazione: arresti e denunce dei carabinieri a Bressanone e Bolzano

giovedì, 13 febbraio 2020

Bressanone – Attività dei carabinieri in Alto Adige, con operazioni mirate a Bressanone e Bolzano. I carabinieri della Compagnia di Bressanone sono intervenuti ieri mattina dopo che una 75enne anni del posto era stata scippata da due giovani stranieri di origine macedone di 31 e 21 anni, A.A. e A.D., noti alle forze dell’ordine con precedenti penali.

carabinieri bressanone alto adigeIn particolare la donna a bordo della propria bicicletta stava percorrendo la ciclabile lungo l’Isarco, quando all’altezza di ponte Mozart è stata affrontata dai due uomini che fulmineamente gli hanno strappato la borsa per poi scappare. La donna sorpresa e spaventata è caduta rovinosamente e violentemente a terra, subito soccorsa da alcuni passanti presenti in zona che hanno dato l’allarme. Nello specifico almeno due di essi hanno subito inseguito a piedi i due malfattori, rimanendo in collegamento con i Carabinieri, che accorrevano in forze dalla caserma di via Tratten, e che grazie alle indicazioni sono riusciti a bloccare prima uno dei due delinquenti e quindi a rintracciare il secondo poco distante. La refurtiva, che è stata gettata nella fuga nel cassone di un furgoncino presso un cantiere edile lì vicino, è stata interamente recuperata, ed in seguito restituita alla donna.

I due scippatori sono stati portati in caserma per le formalità di rito e quindi dichiarati in arresto per furto con strappo aggravato e lesioni personali gravi. In seguito sono stati condotti presso il carcere di Bolzano a disposizione della Procura della Repubblica di Bolzano alla quale dovranno rispondere delle rispettive responsabilità penali.

La donna, scossa e ferita è stata portata dai soccorritori all’ospedale di Bressanone dove è stata riscontrata affetta da lesioni guaribili con almeno sessanta giorni di cure. Il rapido intervento dei Carabinieri è frutto non solo della costante presenza sul territorio delle pattuglie, ma è stato reso possibile anche grazie all’apporto collaborativo dei cittadini, che non hanno esitato non solo a soccorrere la malcapitata, ma anche inseguendo a distanza i delinquenti avvisando tempestivamente le forze dell’ordine e favorendone l’intervento.

Tre arresti e quattro denunce in stazione a Bolzano

carabinieri bolzanoI carabinieri della Compagnia di Bolzano durante la giornata di ieri e nella notte hanno eseguito numerosi controlli e verifiche di persone e veicoli nella zona areale ferroviaria.

Nello specifico nel corso della scorsa mattinata la Sezione Operativa del Nucleo Radiomobile ha notato un cittadino straniero della Sierra Leone, S.A., 24 anni, che nei pressi di via Alto Adige consegnava un involucro a un cittadino italiano, per poi allontanarsi rapidamente in direzione della stazione ferroviaria. Sia l’acquirente (un cittadino italiano noto alle forze dell’ordine) che il cittadino straniero, dopo aver preso direzioni diverse, sono stati subito raggiunti e sottoposti a perquisizione che ha consentito di recuperare una dose di sostanza stupefacente del tipo eroina che è stata sequestrata. Il 24enne è stato denunciato per spaccio di droga alla Procura della Repubblica di Bolzano mentre il cittadino italiano è stato segnalato al Commissariato del Governo del capoluogo quale consumatore.

Sempre nell’ambito del medesimo servizio è stato controllato un trentenne cittadino nigeriano K.M, noto alle forze dell’ordine e con numerosi precedenti per reati riguardanti gli stupefacenti, è trovato in possesso di una dose di droga del tipo eroina che consentiva di denunciarlo a piede libero alla Procura della Repubblica del capoluogo.

Nel proseguo della giornata i militari della Sezione Radiomobile hanno eseguito controlli di circa 15 persone, tra cui un 30enne cittadino straniero del Marocco, il quale sin da subito appariva infastidito dalla verifica dei documenti, dapprima rifiutandosi di fornirli e poi aggredendo sia verbalmente che fisicamente i militari.

Riportato alla calma dopo una brevissima colluttazione, l’uomo è stato tratto in arresto per resistenza, violenza, oltraggio a Pubblico Ufficiale nonché rifiuto di fornire le proprie generalità. Lo stesso è stato condotto presso il Carcere di Bolzano a disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo.

Nel pomeriggio di ieri è stato anche controllato un cittadino pakistano di quarantasette anni A.S., noto alle forze dell’ordine, sul quale è risultato pendere un provvedimento di sospensione della detenzione domiciliare, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Bolzano, considerate le numerose infrazioni e violazioni documentate. L’uomo è quindi stato condotto presso il Carcere di Bolzano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Stessa sorte capitata a un altro uomo, un cittadino italiano P.G. di 53 anni del posto, che è stato tratto in arresto e condotto presso il carcere di Bolzano per le medesime ripetute violazioni alla prescrizioni inerenti lo status di arrestato sottoposto alla misura della detenzione domiciliare. Il provvedimento è stato emesso da parte del Tribunale di Sorveglianza di Bolzano, ed ora l’uomo dovrà proseguire la condanna nella struttura carceraria.

Nel corso della notte invece i militari della Sezione Radiomobile di Bolzano, durante il servizio perlustrativo del territorio in zona Gries, hanno controllato un cittadino straniero di origine albanese di ventidue anni L.O, il quale è subito apparso nervoso ed insolitamente agitato sebbene non fosse noto alle forze dell’ordine. La cosa ha insospettito la pattuglia che dopo alcune domande, a cui sono seguite delle risposte elusive riguardo la sua presenza nel posto, hanno deciso di perquisire il ragazzo, che è stato trovato in possesso di sei dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana per un peso complessivo di quasi 30 grammi.

Per il cittadino albanese è scattata immediata la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Bolzano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nelle prime ore del mattino di oggi, la Sezione Operativa dei Carabinieri ha controllato un cittadino straniero di origine senegalese K.A., 23 anni, che si aggirava in Piazza Verdi con fare sospetto come se fosse in attesa di qualcuno, il ragazzo nascondeva in mano una dose di sostanza stupefacente del tipo eroina che lasciava cadere al momento del controllo dei militari, i quali, avendolo notato,  hanno deciso di sottoporlo a perquisizione personale, trovandolo in possesso di ulteriori sette dosi di droga del tipo eroina e di quasi 100 euro in banconote di piccolo taglio. Tutta la sostanza stupefacente è stata sequestrata, così come il denaro, reputandolo provento dell’attività di spaccio. L’uomo è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Bolzano per possesso di droga ai fini dello spaccio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136