Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Passo Redebus, brutta caduta mentre cercava funghi: intervento delicato del Soccorso alpino

martedì, 25 agosto 2020

Passo Redebus – Intervento delicato in soccorso di un fungaiolo nei boschi del passo Redebus, in Trentino. È stato elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento per i traumi riportati a causa di una scivolata lungo un pendio impervio e scivoloso nel bosco un uomo del 1970 di Pergine Valsugana. L’uomo si trovava con la moglie nel bosco, sopra la strada provinciale che porta a malga Pec, quando ha perso l’equilibrio ed è ruzzolato sbattendo violentemente la testa e la schiena. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 16.20 da parte della moglie.

elisoccorsoIl coordinatore dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento degli operatori della Stazione di Pergine. Sul posto anche l’ambulanza, la Croce Rossa di Bedollo e i Vigili del Fuoco. L’uomo si trovava in una zona impervia, caratterizzata dalla presenza di numerosi schianti. Il suo recupero si è quindi rivelato particolarmente complicato. Vista la dinamica dell’incidente e il posto in cui si trovava l’infortunato, è stato chiesto l’intervento dell’elicottero. Mentre i Vigili del Fuoco procedevano nel tagliare alcune piante per facilitare il recupero, gli operatori hanno stabilizzato l’infortunato e lo hanno imbarellato. L’elicottero, una volta arrivato sul posto, ha verricellato il Tecnico di Elisoccorso e l’equipe medica e, successivamente, ha verricellato a bordo il paziente per il trasferimento all’ospedale Santa Chiara di Trento. L’intervento si è concluso verso le 19.

L’elicottero è intervenuto nel tardo pomeriggio in soccorso di una donna anche al rifugio Cima D’Asta “O. Brentari”. La donna, insieme a un’altra persona, stava rientrando al rifugio dopo aver scalato la via Lino-Egidio sulla parete di cima d’Asta quando ha perso l’equilibrio ed è caduta a terra sulla roccia. Nella caduta ha battuto la testa e l’arto inferiore. I due sono riusciti a proseguire autonomamente fino ad arrivare al rifugio da dove hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 17.10. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che è salito in quota, ha imbarcato la donna a bordo e la ha trasportata all’ospedale di Borgo Valsugana.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136