Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


La Squadra Mobile di Bolzano ha arrestato pusher con arma illegale

sabato, 23 maggio 2020

Bolzano – Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bolzano hanno arrestato un pusher detentore di un’arma illegale.  Personale in servizio presso l’Unità Specializzata Antidroga e contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile della Questura di Bolzano effettuava, nel corso di questi ultimi giorni, servizi di osservazione in una zona residenziale del capoluogo, a seguito di alcune segnalazioni che riferivano di anomale presenze nei pressi di una particolare abitazione. L’appartamento segnalato risultava in uso ad un bolzanino di 37 anni, già condannato per lesioni personali e droga.

Polizia - BolzanoNel pomeriggio di ieri, i servizi consentivano di accertare una cessione da parte del soggetto monitorato nei confronti di un giovane appena giunto in macchina. Dopo lo scambio, l’acquirente veniva fermato, condotto in Questura e trovato in possesso di un involucro risultato poi contenere uno grammo di cocaina.

Altri operatori, opportunamente allertati, bloccavano immediatamente lo spacciatore, che veniva sottoposto a perquisizione locale e personale. Nell’occasione, al fine di svolgere in maniera più accurata le operazioni di ricerca, era richiesto l’ausilio di una unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza di Bolzano.

Durante la perquisizione sono stati sequestrati ulteriori 5 involucri risultati contenere complessivamente cinque grammi di cocaina ed una pistola di marca Beretta, mod. 74 cal. 22, completa di caricatore con all’interno sette proiettili e munita di silenziatore.

Sono in corso verifiche, al fine di accertare se la pistola oggetto di sequestro sia mai stata utilizzata per fatti di sangue. Il soggetto è stato quindi tratto in arresto ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’autorità giudiziaria.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136