Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Droga, due giovani arrestati dai carabinieri a Valdidentro

mercoledì, 5 febbraio 2020

Valdidentro – Controlli dei carabinieri di Sondrio, specie in casi di grande affollamento di turisti e valtellinesi in ristoranti e locali, nelle località sciistiche e nei comuni limitrofi. In questi frangenti la vigilanza delle pattuglie dell’Arma sul territorio diventa più intensa ed attenta.

tabProprio una di queste pattuglie, della Stazione di Bormio, ha individuato in località Arnoga di Valdidentro, nei pressi di una rinomata struttura turistica, un’auto posteggiata in zona isolata. All’interno i militari hanno distinto la presenza di qualcuno e procedono al controllo di tre giovanissimi di età compresa tra i 19 ed i 17 anni. All’apertura del finestrino, un forte odore di marijuana investe i carabinieri. Il 19enne seduto al posto di guida è stato trovato in possesso di più di 25 grammi di marijuana, due spinelli già confezionati, un grinder ed un bilancino, il 17enne aveva addosso un quantitativo di poco inferiore, un grinder ed un bilancino, mentre il terzo ragazzo, che aveva compiuto la maggiore età solo pochi giorni prima, è stato trovato in possesso di circa 4 grammi di marijuana.

Per i primi due scattano le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre il 18enne viene denunciato in stato di libertà alla Procura di Sondrio, sempre per lo stesso reato, in ragione del minore quantitativo posseduto.

Dopo le formalità di rito, il 19enne è stato rinchiuso presso il carcere di Sondrio mentre il 17enne, su disposizione della Procura per i Minorenni di Milano, veniva accompagnato presso un centro del capoluogo lombardo, entrambi in attesa di convalida dell’arresto.

Nei giorni scorsi ci sono state le udienze a Sondrio e Milano nel corso delle quali gli arresti sono stati convalidati e per il 19enne è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di Valdidentro mentre per il minorenne è stato disposto l’invio in una comunità per il suo recupero.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136