Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Dro: base jumper muore sul Becco dell’Aquila

sabato, 25 luglio 2020

Dro - Un base jumper, Claudio Signorini, 64 anni, originario di Siena e residente nel Milanese, ha perso la vita dopo essersi lanciato dal Becco dell’Aquila sul monte Brento, in territorio di Dro (Trento). Da una prima ricostruzione è stato riscontrato che il suo paracadute non si è aperto. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata in mattinata da parte di testimoni che hanno assistito all’incidente.

Dro - intervento - parete - base jumper‌Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che, sorvolando la zona, ha individuato il base jumper a terra, alla base della parete. sul posto i vigili del fuoco del Corpo di Dro, l’equipe medica, il tecnico di elisoccorso e un operatore della Stazione Riva del Garda.

I medici del 118 sono stati verricellati sul posto ma non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Una volta ottenuto il nullaosta dalla Procura di Trento, la salma è stata ricomposta, recuperata a bordo dell’elicottero e portata alla camera mortuaria di Dro (nella foto i vigili del fuoco di Dro e i soccorritori del 118).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136