Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Coronavirus: altri 251 casi positivi e cinque nuovi decessi in Trentino con 289 classi in quarantena

sabato, 7 novembre 2020

Trento – La nuova ondata di contagi da Sars-CoV-2 in Trentino prosegue con numeri sempre importanti, ma in linea con il trend degli ultimi giorni. Sono infatti 251 i nuovi casi positivi registrati nel rapporto odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari e spicca il dato riferito ai casi intercettati da screening, pari a 180 persone sul totale degli ultimi contagiati. Anche oggi purtroppo si registrano 5 decessi ed un nuovo aumento dei ricoveri ospedalieri che salgono a 261, di cui 18 (1 più di ieri) in rianimazione.

Tornando all’andamento del contagio, da rilevare che nell’ultimo gruppo figurano anche due bambini con meno di 2 anni più altri 8 giovanissimi, ma il dato che preoccupa sempre è la diffusione del virus fra la popolazione anziana: sono ben 104 le persone over 70 che lo hanno contratto. Una parte di questi sono ospiti di case di riposo, realtà che nel complesso registrano 51 casi positivi (di cui solo 9 soggetti presentano sintomi) tra anziani e operatori.

Monitoraggio sempre alto anche nel settore scolastico: sono in corso gli approfondimenti su una decina di nuovi casi fra ragazzi in età scolare; ieri le classi in quarantena sono diventate 289.

Sempre alto il numero di tamponi effettuati: ieri all’ospedale santa chiara ne sono stati analizzati 1.179 ed altri 1.440 nel laboratorio di San Michele all’Adige per un totale di 2.619 test molecolari (dall’inizio della pandemia in Trentino ne sono stati somministrati 307.285). Infine il dato che riguarda le guarigioni: altre 55 persone ieri sono state dichiarate guarite, portando il dato complessivo da inizio pandemia a quota 7.529.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136