Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli della Polizia Stradale in Trentino, 21 veicoli in avaria e 61 violazioni

lunedì, 10 agosto 2020

Trento – Nel corso dello scorso fine settimana, weekend di intenso traffico lungo tutta la rete stradale ed autostradale della provincia, la Polizia Stradale di Trento ha impiegato numerose pattuglie oltre che per il controllo della viabilità, per l’operazione denominata “Alto Impatto”, finalizzata alla verifica del corretto utilizzo dei telefoni cellulari, e nei controlli disposti dal Questore di Trento per garantire la sicurezza della circolazione, con particolare riguardo alla circolazione dei motocicli, sui passi montani che caratterizzano la provincia trentina.

polizia stradaleLe 31 pattuglie impiegate nelle sole giornate di sabato e domenica scorsi hanno controllato 144 veicoli, effettuato 21 soccorsi a veicoli in avaria (di cui 15 solo in ambito autostradale) ed elevato 61 violazioni al Codice della Strada. In particolare sono state contestate 23 violazioni all’art. 141 del Codice della Strada (velocità non commisurata alle condizioni di tempo e di luogo), 1 violazione dell’art. 172 del Codice della Strada (mancato utilizzo delle cinture di sicurezza) e cinqu violazioni dell’art. 173 del Codice della Strada (uso scorretto durante la guida di telefoni cellulari o apparecchi elettronici).

Per prevenire le stragi del sabato sera, le pattuglie della Polizia Stradale di Trento hanno effettuato controlli mirati sottoponendo nelle ore serali e notturne del fine settimana 64 conducenti alla prova con l’etilometro; delle persone sottoposte ad alcoltest tre, che viaggiavano lungo l‘A22 Autostrada del Brennero, sono risultate positive ai controlli effettuati:

• un trentenne bolzanino, conducente di un maxi-scooter, con un tasso alcolemico di 2,20 g/l;
• un autista professionale trentaseienne slovacco (alla guida di un autoarticolato) con un tasso pari a 0,82 g/l (per i conducenti professionali non è previsto un tasso alcolemico massimo, il limite è pari a 0,00 g/l);
• ed un quarantaseienne di Rovereto (TN), alla guida di un’autovettura, con un tasso di 1,45 g/l.

Per tutti è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria ed il ritiro della patente di guida. Tutti i veicoli sono stati sottratti
alla disponibilità dei conducenti; in particolare per quanto riguarda il motociclo (di proprietà del trasgressore) è scattata la sanzione accessoria del sequestro per la successiva confisca.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136