Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Blitz dei carabinieri con 6 denunciati a Manerba e un arresto a Concesio

mercoledì, 9 ottobre 2019

Manerba del Garda – Interventi dei carabinieri della stazione di Manerba del Garda, che hanno denunciato sei giovanissimi per danneggiamenti di un camping, e della stazione di Concesio che hanno arrestato un tunisino per spaccio.

MANERBA - I carabinieri della stazione di Manerba del Garda (Brescia), hanno denunciato sei giovanissimi della Val Trompia, di cui solo uno poco più che maggiorenne dopo una notte brava. I giovani la scorsa domenica hanno deciso di passare la serata in una discoteca di Manerba del Garda ma dopo averla trovata chiusa hanno pensato bene di introdursi all’interno di un campeggio vicino e di fare festa mettendo a soqquadro le roulottes ivi presenti. Il baccano ha svegliato la titolare del camping che ha immediatamente chiamato i Carabinieri. I giovanissimi vandali, per darsi alla fuga, hanno rubato sei biciclette dall’interno del camping sono scappati.

La tempestiva chiamata al 112 ha permesso di rintracciare i sei ragazzi poco distante mentre pedalavano in direzione della Stazione Ferroviaria di Desenzano. Condotti tutti presso la Caserma di Manerba, hanno subito ammesso le loro responsabilità. I minorenni hanno poi atteso in caserma l’arrivo dei rispettivi genitori a cui sono stati affidati.

CONCESIO - I Carabinieri della Stazione di Concesio (Brescia), hanno tratto in arresto un 33nne tunisino colto in flagranza di spaccio all’interno del parco pubblico “Basseda”. I militari hanno tenuto d’occhio lo spacciatore per alcuni giorni osservando i suoi movimenti all’interno del parco trasformato nella sua base operativa dove gli assuntori si recavano a piedi o in auto per acquistare lo stupefacente. Durante una di queste cessioni i militari sono intervenuti bloccando spacciatore e acquirente trovandoli rispettivamente in possesso di denaro e due bustine contenenti 1 gr. di cocaina e 1 gr. di eroina.

La successiva perquisizione presso il domicilio del 33nne tunisino ha permesso di rinvenire 4 dosi di stupefacente tipo cocaina e 21 gr. di eroina, nonché 2 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 240 euro in contanti ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Per l’acquirente è scattata la segnalazione alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. Il parco è stato restituito alla tranquilla fruizione dei residenti. Lo spacciatore sottoposto a rito direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136