Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Madonna di Campiglio, cinque multe in poche ore per uno sciatore ceco

martedì, 4 febbraio 2020

Madonna di Campiglio – Cinque multe in poche ore sulle piste della Val Rendena per uno sciatore ceco. Il fatto che è accaduto a Madonna di Campiglio ha visto come protagonista un cittadino della Repubblica Ceca, che ha accumulato, in poche ore, diverse centinaia di euro di sanzione.

polizia soccorso piste sciLo straniero, incurante della presenza di diversi sciatori ha percorso la pista Amazzonia, classificata come “nera”, a forte velocità mettendo a rischio sia la propria che l’altrui incolumità. Per tale motivo gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Distaccamento di Sicurezza e Soccorso in montagna di Madonna di Campiglio lo hanno fermato e gli contestavano la violazione amministrativa ex art. 30 ter L.P. 7/87, relativa alla condotta tenuta.

Nel primo pomeriggio, sulla pista Genziana, considerata “rossa”, mentre gli agenti stavano soccorrendo uno sciatore coinvolto in un incidente, che aveva riportato una frattura del femore, lo stesso sciatore sfrecciava lungo il percosso schivando numerosi sciatori che a quell’ora erano in pista. Il comportamento tenuto dal ceco era ancora più grave, rispetto a quello tenuto al mattino, considerato che nel tardo pomeriggio quella pista era molto affollata perché utilizzata dai turisti per il rientro a valle. Lo straniero, incurante anche delle segnalazioni fatte dagli agenti e quelle degli altri sciatori proseguiva verso la seggiovia Malghette, tendando di celarsi nella fila. Gli agenti, però, sono riusciti ad individuarlo e a contestargli quattro sanzioni, rispettivamente: per velocità, sorpasso, mancanza di rispetto della segnaletica e non rispetto della condotta.

“Vale la pena ricordare a tutti gli sciatori - commenta il viceQuestore Salvatore Ascione - che il rispetto delle condotte da tenere sulle piste da sci non è un insieme di comportamenti da osservare, pena una sanzione, ma è il valore aggiunto che ogni sciatore dovrebbe far suo per apprezzare e rispettare la bellezza della montagna”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136