Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Furto di bici a Pinzolo: ritrovata dai carabinieri, tre denunciati

venerdì, 28 agosto 2020

PInzolo – Furto di bici a Pinzolo: ritrovata dai carabinieri di Madonna di Campiglio, tre persone denunciate. I Carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio hanno denunciato un italiano 35enne, un albanese 34enne ed una romena 31enne per il furto di una bicicletta elettrica del valore di 5 mila euro. Il furto era avvenuto la sera del 24 agosto in piazza a Pinzolo.

crLa sfortunata vittima, un lavoratore stagionale, aveva incautamente lasciato la sua bicicletta incustodita per non ritrovarla quando è ritornato a prenderla. La denuncia fatta alla Stazione Carabinieri di Madonna di Campiglio ha fatto subito scattare le indagini, aiutate dal sistema  di videosorveglianza urbana attivo nel Comune di Pinzolo. Importante è stato il contributo degli agenti della Polizia Locale di Pinzolo, che sono subito riusciti ad individuare i fotogrammi nei quali era possibile vedere i tre denunciati allontanarsi dal luogo in cui era avvenuto il furto con la bicicletta.

I Carabinieri sono quindi riusciti ad identificare i tre soggetti, informando la Procura della Repubblica di Trento che ha emesso immediatamente un decreto di perquisizione. Le perquisizioni dei domicili delle persone individuate nei video, hanno permesso di individuare la refurtiva nell’alloggio di uno dei tre. La bicicletta, sottoposta a sequestro, sarà restituita al legittimo proprietario. Preziosa è risultata la collaborazione tra Carabinieri e Polizia Locale, che ha permesso di condurre in maniera celere l’attività investigativa e di consentire alla vittima di ritornare in brevissimo tempo nel possesso del suo bene.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136