Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Rovereto, Consiglio Comunale: commemorate le vittime del Covid19

mercoledì, 27 maggio 2020

Rovereto - In serata il Consiglio Comunale di Rovereto, per la prima volta della sua storia in videoconferenza. Su proposta del Presidente Gianpaolo Stiz, i 31 consiglieri presenti (parte in aula Malfatti e parte connessi dal proprio domicilio) hanno reso omaggio alle vittime del Covid19.

rovStiz aveva esordito ricordando brevemente l’ultima seduta del consiglio comunale del 26 febbraio scorso e le attività istituzionali svolte nelle settimane di chiusura del Paese. Il lavoro degli organi collegiali è infatti proseguito, attraverso diverse riunioni di capigruppo e le due commissioni Bilancio e Politiche Sociali che – con il metodo della collaborazione trasversale e condivisa – stanno elaborando proposte per il rilancio della città, messa alla prova (come tutte le realtà italiane) dalla crisi economica causata dalla pandemia.

Entro giugno avremo le prime proposte” ha annunciato il presidente Stiz, anticipando che si renderanno necessarie variazioni di bilancio ”consistenti” essendo cambiate le previsioni del DUP.

Stiz ha poi ricordato i numeri di questa pandemia che ha causato in Italia 230.000 contagiati e 32.000 vittime, in Trentino 5412 contagi e 465 decessi, e i casi di Rovereto, dove si sono registrati 215 contagi e 31 morti  (attualmente ci sono anche 143 guariti e 41 positivi, 40 dei quali seguiti a domicilio). “E’ stata colpita la generazione che ha ricostruito il paese dopo la Guerra, sono mancati operatori sanitari che si sono prodigati nel duello tra la vita e la morte“, ha detto Stiz proponendo un minuto di silenzio ai consiglieri che l’hanno osservato in piedi dall’Aula o dal proprio domicilio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136