Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Riaperture immediate in Alto Adige, Kompatscher: “Difenderemo la nuova legge”

venerdì, 8 maggio 2020

Bolzano – La nuova legge approvata nella notte dal Consiglio provinciale denominata “Misure per il contenimento del virus Sars-CoV-2 nella fase della ripresa dell’attività” si pone l’obiettivo di guidare l’Alto Adige nella cosiddetta Fase 2. Nel corso della conferenza stampa virtuale di oggi presidente della Provincia Arno Kompatscher, ed i vicepresidenti Giuliano Vettorato e Daniel Alfreider, hanno illustrato gli aspetti più salienti della legge e risposto alle domande dei giornalisti.

In particolare il presidente Kompatscher ha sottolineato che la legge manterrà la propria validità anche nel caso in cui il ministro delle Regioni, Francesco Boccia, decidesse di impugnarla.

Bolzano Gdv

“La legge provinciale è in vigore da oggi pomeriggio e lo rimarrà anche nel caso in cui dovesse essere impugnata davanti alla Corte Costituzionale”. La legge decadrebbe, infatt,i solo dopo un pronunciamento negativo da parte della Corte Costituzionale.

Fiducia nella Corte Costituzionale e nella popolazione

Il presidente è però fiducioso che non si debba giungere sino a questo punto e sottolinea “siamo fiduciosi che le nostre argomentazioni vengano recepite. E proprio in tema di fiducia vorrei sottolineare che la base stessa della legge è rappresentata dalla fiducia nella nostra popolazione”. Per questa ragione è essenziale, secondo il presidente della Provincia, che i cittadini si attengano alle rigide norme di sicurezza previste dalla legge come il distanziamento, la protezione della bocca e del naso e le altre norme previste da questo strumento legislativo. “Non è comunque il caso di lasciarsi andare ad un eccessivo entusiasmo. In questo momento è fondamentale saper apprezzare appieno la maggiore libertà di movimento che abbiamo raggiunto e tutelarla attraverso l’osservanza delle necessarie limitazioni” conclude Kompatscher.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136