Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Niente mercatini, le info su riunioni, visite a parenti, chiese e uso di bici e auto: cosa si può fare, le FAQ del Governo

sabato, 7 novembre 2020

Roma – Pesanti limitazioni alle libertà personali almeno per le prossime settimane. Le risposte alle FAQ – domande più frequenti – pubblicate sul sito del governo sull’ultimo Dpcm, cercano di chiarire alcune applicazioni delle misure restrittive, ovvero cosa si può o non si può fare, nelle varie zone d’Italia (rossa, gialla, arancione).

Tra le varie questioni, oltre a ribadire i vari divieti noti per bar, ristoranti e vendita al dettaglio e l’obbligo di mascherina in ogni condizione fuori da casa, “si sconsiglia di fare incontri tra nipoti e anziani, anche durante i propri impegni lavorativi giornalieri”. Le riunioni di condominio in presenza sono sconsigliate ma consentite purché vengano rispettate le distanze e si indossino le mascherine. Non sono previste limitazioni alle categorie di prodotti acquistabili. E’ possibile andare ad assistere un parente o un amico non autosufficienti, perché “è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari”. I mercatini di Natale sono vietati sul tutto il territorio nazionale, anche nella zona gialla. Nell’area rossa “non è consentito far visita o incontrarsi con parenti o amici non conviventi, in qualsiasi luogo, aperto o chiuso”.

IN AUTO CON NON CONVIVENTI
L’automobile con persone non conviventi si può usare, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. ELa risposta è la stessa per tutte e tre le zone (rossa, gialla o verde). L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

SECONDE CASE

È possibile raggiungere la seconda casa? “Sì, se sia la prima che la seconda casa si trovano entrambe in un comune dell’area gialla. Se la seconda casa si trova in un comune dell’area arancione o di quella rossa, è consentito spostarsi dall’area gialla solo se dovuto alla necessità di porre rimedio a situazioni sopravvenute e imprevedibili (quali crolli, rottura di impianti idraulici e simili, effrazioni, ecc.) e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni”

CHIESE

Ci si può spostare per andare in chiesa o negli altri luoghi di culto? Nelle zone gialle e arancioni sì, dalle 5 alle 22. Negli altri orari e nella zona rossa, invece, è possibile “raggiungere il luogo di culto più vicino a casa, intendendo tale spostamento per quanto possibile nelle prossimità della propria abitazione. L’accesso ai luoghi di culto è consentito purché si evitino assembramenti e si assicuri tra i frequentatori la distanza non inferiore a un metro”

Nelle zone rosse, “possono essere altresì raggiunti i luoghi di culto in occasione degli spostamenti comunque consentiti, cioè quelli determinati da comprovate esigenze lavorative o da necessità, e che si trovino lungo il percorso già previsto, in modo che, in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine, si possa esibire o rendere la autodichiarazione prevista per lo spostamento lavorativo o di necessità. È altresì consentito partecipare alle funzioni religiose, nei limiti e nel rispetto degli specifici protocolli”

BICICLETTE

Posso utilizzare la bicicletta? Nelle zone gialle e arancioni è possibile “utilizzare la bicicletta per tutti gli spostamenti consentiti, mantenendo la distanza di almeno un metro dalle altre persone. È inoltre consentito utilizzarla dalle 5 alle 22 per svolgere attività motoria all’aperto, sempre nel rispetto del distanziamento di almeno un metro, e per svolgere attività sportiva, nel qual caso il distanziamento deve essere di 2 metri”

Nella zona rossa “l’uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che vendono generi alimentari o di prima necessità. È inoltre consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all’aperto nella prossimità di casa propria, mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro, o per effettuare attività sportiva, mantenendo la distanza interpersonale di almeno due metri”



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136