Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Crisi economica, dalla Provincia di Brescia 230mila euro a favore delle imprese

mercoledì, 16 settembre 2020

Brescia – Dalla Provincia di Brescia 230mila euro a favore delle imprese: l’Amministrazione cerca così di sostenere le imprese assoggettate ai canoni per gli accessi produttivi e per la pubblicità stradale.

Samuele Alghisi BresciaLe misure restrittive adottate negli scorsi mesi hanno rivoluzionato le abitudini quotidiane dei cittadini e la mobilità sul territorio, che ha subìto un arresto forzato negli scorsi mesi. Con le restrizioni alla circolazione, hanno dovuto fare i conti anche alcune tipologie di imprese assoggettate, fra l’altro, ai canoni previsti dal codice della strada a favore della Provincia, per l’accesso alle strade o per effettuare pubblicità stradale.

Sono interessate attività industriali, artigianali, commerciali, espositive, estrattive, di produzione di energia, depositi, impianti di distribuzione dei carburanti, imprese di pubblicità.

In particolare gli impianti di distribuzione carburanti, pur avendo garantito il rifornimento costante del trasporto merci, dei mezzi di soccorso e delle persone che hanno dovuto recarsi sul posto di lavoro, hanno patito forti penalizzazioni, registrando un crollo delle vendite che nel mese di aprile è stato pari a circa il 90%.

Anche per l’attività delle imprese pubblicitarie, che si svolge essenzialmente nei luoghi pubblici, e in particolare lungo le strade, la drastica riduzione della circolazione ha causato danni gravi. La mancanza di introiti non ha consentito di coprire i costi fissi, fra cui il canone per gli impianti pubblicitari, che rimane costante nel tempo e non è commisurato all’andamento del mercato.

“La Provincia di Brescia – ha dichiarato il Presidente Samuele Alghisi – dopo un confronto con le associazioni di categoria che hanno segnalato le difficoltà dei comparti, ha ritenuto opportuno intervenire sulla misura dei canoni per gli accessi alle imprese e alle stazioni di servizio carburante e per la pubblicità stradale, attraverso una riduzione del canone annuo pari a quattro dodicesimi, corrispondenti al periodo più grave dell’emergenza (marzo-giugno). L’obiettivo – ha concluso il Presidente – è quello di attenuare la crisi di liquidità delle imprese e sostenere la ripresa dell’attività”.

Il beneficio per le imprese interessate dai decreti firmati dal Presidente Alghisi ammonta complessivamente ad euro 230.000.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136