QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

A scuola con la Guardia di Finanza di Trento: lezione del colonnello Nieddu ed educazione alla legalità economica

giovedì, 30 aprile 2015

Trento – Una speciale lezione e alla chiusura dei lavori interviene il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Fabrizio Nieddu. Si è conclusa la 3^ edizione del progetto “Educazione alla legalità economica” della Guardia di Finanza per la provincia di Trento. La particolare esperienza formativa nel campo della legalità economica, sviluppata dalla Guardia di Finanza, ha visto la partecipazione di diversi istituti superiori della provincia lungo l’intero arco didattico scolastico ed è giunta al suo termine oggi, con un intervento conclusivo richiesto dal Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” Finanza a scuoladi Trento, a chiusura dell’agenda 2015.

All’incontro, tenuto da due Ufficiali della Guardia di Finanza ed a cui hanno preso parte attivamente una sessantina di studenti nonché insegnanti e dirigenti scolastici, è intervenuto nella parte finale anche il Comandante Provinciale di Trento – tenente colonnello Fabrizio Nieddu, che ha voluto incontrare i ragazzi ed il corpo docente per un saluto conclusivo dei lavori del progetto, durante il quale sono stati trattati gli aspetti salienti dell’attività della Guardia di Finanza a favore della legalità, attraverso un dialogo diretto con gli studenti, che hanno avanzato comunque nuovamente diverse domande. Particolarmente elevati sono stati l’interesse e l’attenzione dimostrati dai ragazzi nel corso di tutti gli incontri realizzati nell’ambito della progettualità nonché di quello conclusivo odierno.

L’OBIETTIVO 

L’iniziativa trae origine da un protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, finalizzata a promuovere, nell’ambito dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, un programma di attività a favore degli studenti della scuola primaria e secondaria.

L’intento degli incontri è quello di far maturare la consapevolezza del valore della legalità economica, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione, nonchè dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Di concerto con il predetto Ministero, è stato così sviluppato il progetto denominato “Educazione alla legalità economica” che, anche per l’anno scolastico 2014/2015, ha visto l’organizzazione, a livello nazionale, di incontri presso le scuole orientati a creare e diffondere il concetto di “sicurezza economica e finanziaria”; affermare il messaggio della “convenienza” della legalità economico-finanziaria; stimolare nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale delle libertà economiche.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136