Ad
a
Ad
Ad


Ceto: cinema e fotografia al Museo di Nadro, il cartellone

sabato, 2 luglio 2022

Nadro – Cinema e Fotografia al Museo di Nadro a Ceto (Brescia). Spazio a cinema e fotografia nella programmazione di luglio del Museo di Nadro in Valle Camonica, con tre appuntamenti dedicati: il vernissage della mostra di fotografia “LiquiDance” di Carlo D’Orta e due presentazioni del cortometraggio “La piccola ladra di Cimbergo”.
“Che cos’hanno in comune cinema, fotografia e incisioni rupestri? “In generale poco o nulla, a parte il fatto di essere tutte e tre forme di espressione della creatività umana e strumenti di comunicazione. Ma in questo caso specifico, invece, la mostra di fotografia e il cortometraggio presentati nel Museo del più grande e ricco parco archeologico della Lombardia hanno molti punti di contatto con lo straordinario patrimonio della Riserva Naturale di Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo: sia dal punto di vista della forma che dei contenuti”, afferma Virgilio Patarini.
“Dal punto di vista formale – aggiunge – la mostra di Carlo D’Orta ha un’ampia selezione di scatti dedicati alla Danza in cui prevale la stilizzazione delle figure: i danzatori appaiono come forme essenziali e semplificate, silhouettes, ombre in controluce la cui somiglianza con le figure incise sulle rocce della Riserva risulta evidente. Anche nei contenuti sono evidenti i punti di contatto, considerando il grande numero di incisioni presenti nella Riserva dedicate a cene rituali e di danza”.
Allo stesso modo il cortometraggio “La piccola ladra di Cimbergo”, oltre ad essere una narrazione solo per immagini, praticamente senza dialoghi, è stato girato per metà fisicamente proprio nel territorio della Riserva: sia al Castello (che fa parte della Riserva) che nel cortile medievale del Museo che nei boschi della Riserva. E ambientato nel secolo di fondazione del Castello medesimo, ovvero ai tempi di Federico il Barbarossa.
Inoltre all’interno del film sono molteplici i riferimenti al tema iconografico per eccellenza delle incisioni medievali, ovvero la croce e la “figura Christi”, oltre ad una citazione esplicita di un canto gregoriano composto da San Tommaso D’Aquino
I tre eventi
Domenica 3 luglio alle ore 17 negli spazi del Museo dedicati all’arte contemporanea e denominati “Area 42”, in via Piana 42, inaugurazione della mostra personale del fotografo romano Carlo D’Orta intitolata “LiquiDance”, a cura di Virgilio Patarini. La mostra sarà poi visitabile fino alla fine del mese, a ingresso libero.
Giovedì 21 luglio alle ore 19 è la volta del cinema con la presentazione in anteprima e a numero limitato, in una sala del Museo in via Piana 29, del cortometraggio intitolato “La piccola ladra di Cimbergo”, girato nelle vie dell’antico borgo camuno e ambientato ai tempi di Federico Barbarossa. Ingresso solo su invito. Saranno presenti autori e protagonisti.
Infine nel week end del 30 e 31 luglio, nel borgo di Cimbergo, nell’ambito della kermesse intitolata “Semberc”, rievocazione storica medievale che coinvolgerà il Castello e l’intero paese, verrà di nuovo proiettato il cortometraggio, questa volta a ingresso libero.
Qui di seguito il cast del film.
LA PICCOLA LADRA DI CIMBERGO
(Valcamonica 2022)
Da un’idea di Eliza Winkler.
Produzione: Zamenhof Art. In collaborazione con ArchExperience
E con la collaborazione della Confraternita del Leone di Brescia, e A.S.D. Arcieri del Castello di Breno (BS).
Produttrice esecutiva: Eliza Winkler.
Sceneggiatura e regia: Virgilio Patarini.
Direttore della fotografia e riprese: Graziano Filippini.
Assistente alla regia: Riccardo Lazzari.
Montaggio: Alessandro Baito
Personaggi e interpreti (in ordine di apparizione)
La piccola ladra: Viola Lisa Maffeis
La fornaia: Paola Balzari
Armigeri: Marco Manni, Silvia M. Pontorieri, Giorgio Lorandi
Comandante degli armigeri: Dario Chiesa
Arcieri: Claudio Moscardi e Luciano Pellegrinuzzi
Bimbi: Matilde Domenighini e Andrea Vielmi
Dame: Lucia Polonioli e Paola Compagnoni
Nonna: Carla Ferliga
Info: cell. e whatsapp: 3392939712 – email: galleria.zamenhof@gmail.com



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136