Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Venerdì, 5 agosto 2016

Accordi privati sull'immigrazione, Caparini spara sulla Comunità Montana di Valle Camonica: "Business di clandestini"

Breno - “La Comunità montana della Valle Camonica a guida PD è diventata la longa manus del governo Renzi nella gestione del business dei clandestini”.

Lo afferma l’onorevole della Lega Nord, Davide Caparini, segretario di presidenza della Camera dei deputati.caparini 1


Nei mesi scorsi infatti - continua Caparini - dopo aver sottoscritto un accordo di programma con la prefettura di Brescia alla quale di fatto si sostituisce, l’ente comprensoriale camuno ha deliberato di stipulare degli accordi con operatori economici privati per la gestione operativa ed il coordinamento del servizio di accoglienza e assistenza, nell’ambito del territorio della Valle Camonica, a favore dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. Un ruolo questo che di certo non compete alle comunità montane".


"Ben venga quindi – conclude il parlamentare del carroccio - la netta presa di posizione di Regione Lombardia che per voce del Presidente Maroni, dell’assessore Bordonali e del sottosegretario Parolo, ha manifestato l’intenzione di verificare come vengono spesi i milioni di euro che ogni anno la regione trasferisce alle comunità montane e rivalutare sia le modalità di finanziamento che la possibile chiusura di questi enti ormai ridotti a mero centro di potere e clientele”.

Ultimo aggiornamento: 05/08/2016 00:13:32
POTREBBE INTERESSARTI
ULTIME NOTIZIE
Merano (Bolzano) - Alla scuola professionale provinciale per il commercio, l'artigianato e l'industria "Ing. Luis Zuegg"...