Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Fondazione Milano Cortina 2026, nuovo statuto e cda. "Venerdì vertice per il futuro di Baselga di Pinè"

Roma - Nella sede della Fondazione Milano Cortina 2026 è stato siglato il nuovo statuto e costituito il nuovo Cda. Erano presenti il ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi, il presidente del Coni e della Fondazione Milano Cortina 2026 Giovanni Malagò, il presidente del CIP Luca Pancalli; i sindaci delle città ospitanti Milano e Cortina, Giuseppe Sala e Gianluca Lorenzi; i presidenti della Lombardia e del Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia; il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e il vicepresidente della Provincia autonoma di Bolzano Daniel Alfreider. È stata confermata una rinnovata sintonia che mira a un’accelerazione sulla strada dei Giochi nel segno della sintonia su un progetto fondamentale per lo sport e i territori e tutto il Paese. Tra pochi giorni Malagò verrà in Trentino.


“Venerdì prossimo il presidente del Coni Giovanni Malagò sarà in Trentino insieme al presidente della Federazione Ghiaccio Andrea Giois e al numero uno della Federazione Italiana di tiro con l’arco Mario Scarzella, per formulare una proposta sportiva al Trentino e a Baselga di Piné.

Proposta che verrà poi valutata per le decisioni future”, quanto ha dichiarato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti al termine della riunione che si è tenuta a Milano nella sede della Fondazione Milano Cortina 2026.


Nella stessa giornata è stato approvato il nuovo statuto della fondazione ed è stato costituito il nuovo Cda che vede Andrea Varnier nuovo amministratore delegato.


A seguito delle deliberazioni odierne, risulta anche definito il Consiglio di amministrazione del Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paralimpici invernali 2026. La componente sportiva, rappresentata da sette membri nominati d’intesa dal Comitato olimpico nazionale italiano e dal Comitato italiano paralimpico, ha confermato i consiglieri di diritto, nonché le atlete che hanno preso parte a recenti edizioni dei Giochi olimpici e paralimpici. Ciascun ente della componente territoriale ha indicato un consigliere.


Pertanto, la rinnovata governance, i cui membri sono scesi da 26 a 14, è così composta:


Giovanni Malagò (membro CIO, con designazione a Presidente della Fondazione)
Andrea Varnier (Amministratore Delegato, di nomina governativa)
Ivo Ferriani (membro CIO)
Federica Pellegrini (membro CIO)
Carlo Mornati (Segretario Generale CONI)
Luca Pancalli (Presidente CIP e membro IPC, con designazione a Vicepresidente della Fondazione)
Anna de la Forest de Divonne (atleta Olimpica)
Francesca Porcellato (atleta Paralimpica)
Christian Malangone (Comune di Milano)
Andrea Giovanardi (Comune di Cortina)
Sergio Schena (Regione Lombardia)
Antonella Lillo (Regione Veneto)
Tito Giovannini (Provincia Autonoma di Trento)
Erwin Hinteregger (Provincia Autonoma di Bolzano).

Ultimo aggiornamento: 18/01/2023 02:20:00
POTREBBE INTERESSARTI
Già presentato, assumerà il ruolo il prossimo 1 giugno
Predazzo (Trento) - Sono otto le offerte per la realizzazione del padiglione Musto del Villaggio olimpico presso la...
Il programma degli appuntamenti che danno voce alle imprese e istituzioni locali della provincia
ULTIME NOTIZIE
Il 38enne milanese con altri tre amici era salito dalla Diavolezza
Engadina, stagione da sogno nella regione dello scenario alpino da favola