Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Trentino da martedì in zona arancione. Tre morti con Covid in provincia

venerdì, 2 aprile 2021

Trento – L’andamento epidemiologico in provincia di Trento migliora, con la classificazione da zona arancione che scatterà dal 6 aprile. Salgono a 51 i malati in rianimazione ma il quadro generale della tendenza presenta indicatori in miglioramento. Da martedì dunque riapriranno i negozi, anche quelli al momento chiusi, alcuni servizi come parrucchieri e estetisti e si potrà circolare liberamente all’interno del proprio Comune.

Intanto a mezzogiorno di oggi erano arrivate a 101.423 le vaccinazioni effettuate in Trentino. Lo certifica l’Azienda provinciale per i servizi sanitari che nel suo quotidiano rapporto indica anche 3 nuovi decessi da Covid-19 e 114 nuovi contagi rilevati dai quasi 2.500 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore.

Nel dettaglio, sono 61 i nuovi casi positivi ai 1.487 tamponi molecolari analizzati ieri (873 dal Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento e 614 dalla Fem). I molecolari hanno confermato anche 73 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Gli antigenici notificati all’Azienda sanitaria sono 908 ed hanno individuato 53 positivi. Fra i nuovi casi ci sono 64 soggetti asintomatici e 47 pauci sintomatici, tutti seguiti a domicilio. I nuovi contagi fra i giovanissimi sono 19: 1 di questi ha meno di 2 anni, 4 tra 3-5 anni, 5 tra 6-10 anni, 1 tra 11-13 anni e 8 tra 14-19 anni.

Osservando le classi di età più mature, troviamo invece 20 nuovi positivi nella fascia 60-69 anni, 5 tra 70-79 anni e 7 di 80 e più anni. Negli ospedali da un lato il numero dei pazienti scende a 240, grazie anche alle 23 dimissioni che superano di qualche unità i nuovi ingressi (ieri sono stati 17), ma sale a 51 quello dei ricoverati in rianimazione. Tutti i decessi riportati oggi inoltre sono avvenuti in ospedale: si tratta di 2 uomini e di 1 donna, di età compresa fra i 77 ed i 90 anni.

Salgono di altre 114 unità le guarigioni che raggiungono quota 41.485. Un ultimo d dettaglio riguarda le vaccinazioni: nel totale di oggi (101.423) sono comprese 34.048 seconde dosi ed anche le 46.083 somministrazioni fatte finora ad ultra ottantenni, mentre quelle relative alla fascia 70-79 anni sono state finora 12.874.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136