Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Serata con #inMovimento per parlare della Trento post interramento ferroviario

mercoledì, 4 dicembre 2019

Quando:
10 dicembre 2019@18:30–19:30 Europe/Rome Fuso orario
2019-12-10T18:30:00+01:00
2019-12-10T19:30:00+01:00

Una serata per discutere della Trento che sarà fra venti e trent’anni. Una Trento che potrebbe cambiare profondamente volto attraverso diversi interventi, ma uno soprattutto è l’intervento destinato ad incidere sul futuro della Città del Concilio. Ovvero l’interramento della ferrovia del Brennero nel tratto cittadino, un intervento che libererà spazi importanti utilizzabili per cambiare il volto a gran parte della città.

Di questo importante tema, di come può diventare realtà e di quale sia la strada migliore da percorrere per giungere a questo interramento ne parlerà #inMovimento. Organizzando, alle 18.30 di martedì 10 dicembre, un incontro interamente dedicato a questo argomento, dal titolo:”Interramento ferroviario: una possibile realtà?”. L’appuntamento è fissato alla Sala circoscrizionale all’angolo fra via Perini e via Giusti, nella Circoscrizione San Giuseppe/Santa Chiara. 

Nelle intenzioni di #inMovimento c’è la voglia di creare un primo momento di confronto su un tema che, nei prossimi decenni, diventerà la chiave di volta per ridisegnare nel complesso la Trento del futuro. Organizzando questo dialogo aperto gratuitamente a tutti i cittadini che vorranno venire ad informarsi sul tema e ad esprimere il proprio parere.

L’incontro di martedì 10 dicembre sarà coordinato da Rossella Pedrotti ed introdotto da Lorenzo Rizzoli, presidente di #inMovimento.

Sul tema, quindi, interverranno l’ex vicesindaco Paolo Biasioli, l’ex assessore provinciale alla mobilità Mauro Gilmozzi, l’esperto in sistemi ferroviari Ezio Facchin, il direttore della rivista “Urban Tracks” Alessandro Franceschini ed Antonio Armani, presidente della Fondazione Negrelli.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136